username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Pierfrancesco Di Matteo

in archivio dal 29 apr 2008

23 maggio 1971, Pescara

segni particolari:
Occhi azzurri ed un viso in bianco e nero

mi descrivo così:
Benedetto Croce diceva che fino a 18 anni si è tutti poeti; dai 18 in poi continuano a fare i poeti soltanto i poeti veri (pochi) ed i cretini...io ho iniziato a scrivere a trent’anni e spero di far parte almeno della seconda categoria...

29 aprile 2008

Creperie Saint Germain

Malchiusi e malcelati
questi debordanti
pensieri che ritornano
prepotenti e
su tremolanti e incerte
scale della memoria
arrancano dolenti

 

Maldestre e malsinistre
le mie mani
che parlano
una lingua diversa
e si stupiscono ancora
osservando l’immobile viaggio
di queste coraggiose parole

 

Rubate al tempo
mute e straniere
mi crescono dentro
e strappano le ultime foglie
dall’ingiallito mosaico
di questo morente autunno

 

Parole

 

vuote a perdere
in quest’aria ferita
dai volti taglienti
di manichini di carta.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento