username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 07 novembre alle ore 0:13
    Sospiri.

    Sospiri costretti 
    al silenzio 
    dalla muta notte, 
    s'accompagnano 
    a ritmici piaceri 
    a ritmici pensieri 
    di due corpi, 
    di due anime, 
    che si rifugiano
    da un mondo 
    che ripudia l'amore.

  • 06 novembre alle ore 21:08
    Dopo l'alluvione

    É tornato il sereno
    dopo tanto di pioggia
    e conseguente disastro.

    Se fosse una cosa politica
    potrei levare il lamento
    ma è fatto normale in natura
    corrotta da umano dominio.

    Non è l'acqua nemica
    guai se lasciasse il mondo
    ma la strafottenza continua.

    E lacrime di coccodrillo
    fanno aumentare la rabbia
    di chi i danni ha subito
    pauroso di un'altra sciagura.

  • 06 novembre alle ore 20:54
    L'insorgenza dell'irrazionalità

    Deciso da sempre
    a indossare abiti sfatti

    passo i giorni a raccontare
    uomini e donne della quotidianità 

    E battagliare per ricostruirmi la vita
    nell'insorgenza dell'irrazionalità

    esaltandomi nello spirito

    nell'eccesso dell'euforia e della solitudine
    delle emozioni e dei sentimenti

    senza alcuna paura per la mente nè per il cuore
    .
    cesaremoceo(c)
    diritti riservati

  • 06 novembre alle ore 16:09
    Lieve.

    E questo cos'è? 
    Un lieve turbamento 
    che scuote il mondo. 
    Microscopica 
    scintilla 
    che da fuoco
    agli oceani. 
    Lo chiamai amore
    ed era molto di più.

  • 06 novembre alle ore 15:25
    L'uccelletto.

    Vola uccelletto
    senza pensieri 
    e posati sul rametto
    sottile dell'acacia,
    il falco quest'oggi 
    non vola
    e la vita d'altronde 
    è una sola.

  • 06 novembre alle ore 14:34

    C'è chi pensa di sapere meglio di te come svogli la tua giornata e come impieghi le tue ore. Addirittura certi anche di sapere a cosa pensi, cosa dici e per chi decidi di sprecare il tuo tempo. Bella la convinzione! Ancor più bella se abbinata all'ignoranza, dove questi elementi non sono solo convinti di ciò che dicono, pensano e credono, ma non arrivano nemmeno a capire che essa è proprio la strada più giusta per il loro fallimento interiore. 

  • 06 novembre alle ore 9:23
    Luna Sul Mare

     
    Dall’ alba ed oltre
    Il mare prega la luna
     
    E tra il mutevole agitarsi
    I gabbiani volano inquieti
     
    Le onde si rigenerano
    Sotto i loro respiri
     
    Respiri affannosi
    Notti inquiete
     
    Una stella ribelle
    Penetra gli abissi
     
    Eseguendo un’armonica sinfonia
    Che regala speranze al pescatore.
     

  • 06 novembre alle ore 1:20
    Un altro colore.

    Spirò il mio cuore 
    quando il tuo sguardo
    lieve si posò 
    su un altro colore.

  • 05 novembre alle ore 21:05
    Reale e invisibile

    Mi lega a te
    una radice invisibile
    che si espande
    nei meandri più intimi
    dell' anima
    e tien stretto il corpo
    come aquila reale
    dai poderosi artigli
    il suo nutrimento.

  • 05 novembre alle ore 13:11
    Come vino versato

    Come questo vino,che annega dolcemente nel mio bicchiere,così faccio decantare il tuo profumo nel calice della mia passione.
    E adesso sono qui,sorseggiando ogni emozione che sfiora i miei ricordi,avido di ogni goccia di te,che vedo perdersi dentro di me.
    Tu,incantevole disegno divino,come una foglia al vento ti vidi danzare nei miei pensieri.
    Leggera.
    Libera.
    Sognante.
    Nel bagliore di un tramonto infinito,sulla cima del mondo.
    E lì,tra le varie sfumature del giorno e della notte,udì un canto di sirene,e così arrivai a te,quando vidi scorgere dai tuoi occhi un sussulto,tra il tuo e il mio io tenero abbraccio.

  • 05 novembre alle ore 11:56
    Amore Eterno

    Il cuore fonte di vita innamorato folle sempre,  per i sentieri della sua lei ,gli provoca turbamenti, suoni musica ,e parole cuore condannato ,amore mai nato lui soffre per amore, perchè lei è il vero amore, gocce di un un oceano ,sente bagnare l'infinito, ma questo cuore brucia, della sua amata che pianti fa, quando se n'è andata ,sente una voce provenirgli da dentro, forse è l'amore eterno. 

  • 05 novembre alle ore 11:13
    Fanciulla Divina

    Occhi non guardatela mai ,perché il cuore si troverà nei guai, amore emozioni sento nel cuore ,al pensiero di lei sento un gran tremore, quale male abbia mai fatto per questo,   solo per lei un gran gesto, carezza al sapor di mare ,forse e questo amare, vi prego non fissatemi  fanciulla divina per pieta', questa è la mia volontà,  io vi ringrazio tanto delle vostre parole ,che mi sussurate al canto mio, io vi offro il cuore mio.

  • 05 novembre alle ore 10:01
    La terra è il mio rifugio

    La terra è il mio rifugio,
    pertugio armonico e immenso
    in cui penso
    di abbandonarmi senza rimpianti
    per poi guardare avanti.

    E continuo a coprire solchi
    per coprire anche le ferite,
    nel ricordo di quel campo di grano
    dove mischiammo il nostro amore.
    Da lì nacque un eroe
    che morì giovane in guerra.

    Solitudine e terra
    è quello che mi resta.
    Se la sera è lesta ad arrivare
    rimango assorto dinanzi al focolare,
    nel riflesso di una vita
    che comunque scorre.
    Una lacrima può bastare,
    vi chiedo solo di lasciarmi andare
    perché la terrra rimarrà
    il mio unico e sol rifugio,
    pertugio armonico e immenso
    in cui penso
    di abbandonarmi senza rimpianti
    per poi guardare avanti.

    Spezzo canne e spezzo il passato,
    e a quelle canne si appogeranno
    piante
    che s'intendono col futuro,
    anche se ho solo voglia
    di rallentare il tempo
    insieme ai miei pensieri.

  • 04 novembre alle ore 21:03
    Che cosa bella è la vita !

    Catapultati ai vertici
    infimi della dignità
    dalle eccentricità
    e dalla convinzione
    che gli altri abbiano
    una vita migliore
    della nostra
    viviamo nella naturalezza 
    di appropriarci di tutti i piaceri
    di questo mondo
    immersi nelle menzogne
    con la sfiducia
    a brillare negli occhi
    e sfruttando
    l'unica dote germogliata
    nell'anima inaridita: l'inganno
    Fingendo di gustare
    il sapore della lealtà
    apprezziamo manie
    e difetti del creato
    disdegnandone il pregio
    di dare sempre nuova luce 
    a questa meravigliosa avventura
    che è la vita
    .
    cesaremoceo(c)
    diritti riservati

  • 04 novembre alle ore 16:02
    Cornice

    Una docile barca senza confini
    beccheggia sulle onde lunghe
    che dallo sguardo arrivano
    allo sguardo
    prima che i fuochi si uniscano
     
    Tra le mani l’essenza
    e di capelli soffice contorno
    dove potrei smarrire ostacoli
    dove poggiare fatiche e ferite.
     
    Racchiudo in cornice rarissima
    ogni spasmo del tuo cuore
    su tele vetrate dipingo
    il suono dei tuoi passi nudi
     
    Cosi l’istante diverrà perenne
    angolo curvo del mio firmamento
    dove poter imparare a donarti
    tutti i miei nuovi
    significati.

    Raffaele di Ianni.
     

  • 04 novembre alle ore 14:36
    Avido cuore

    Pretendi di essere amato
    ma tu che cosa fai in cambio
    per meritarti questo?
    Credi che chiunque possa
    stare ai tuoi piedi, che tutto
    ti è dovuto. No, ti stai sbagliando
    La vita non è come la immagini tu
    bellissima dentro un unico sogno
    e magari con angeliche creature
    che ti servono come un principe vero
    saziandoti affinchè non dici di sentirti
    sazio fino al bordo del tuo piatto
    Rispetta ed accontentati di quel che hai
    perchè potresti non avere più
    nemmeno quello
    per riempire il tuo avido cuore

  • 04 novembre alle ore 14:24
    Sofferenza

    Aspetta la sera
    che nel vento
    vola via e amandosi
    porta ricordi
    rigati dalle nuvole
    passeggere, che piene
    di pioggia bagnano
    interminabili tristezze
    ed immense solitudini
    dietro le finestre coperte
    da tende, dove filtrano le luci

  • 04 novembre alle ore 11:48
    Sogno D'Amore

     
    Mamma mia!
    Dio mio!
    Luce vera
    Nella notte muta
    Gocce di pioggia
    Donate dal cielo
    Baciate dal sole
    Svaniscono nell’acqua
    Nel rumore del silenzio
    E negli schizzi del mare
    Che frullano gli scogli
    Sul lido della speranza
    L’uomo sordo e solitario
    Brama sogni veritieri, e
    Ruba le voglie all’amore
    Alla visione di una donna
    Dal corpo nudo e perfetto
    E cercato dagli sguardi
    Nel tempo folle della vita
    Anni su anni della follia
    Che volano e tacciono
    La sua speranza
    Che possa essere veramente
    Un sigillo di un amore padrone
    Grande
    Grande
    Come la sua
    Anima. 

  • 04 novembre alle ore 11:48
    Sogno D'Amore

     
    Mamma mia!
    Dio mio!
    Luce vera
    Nella notte muta
    Gocce di pioggia
    Donate dal cielo
    Baciate dal sole
    Svaniscono nell’acqua
    Nel rumore del silenzio
    E negli schizzi del mare
    Che frullano gli scogli
    Sul lido della speranza
    L’uomo sordo e solitario
    Brama sogni veritieri, e
    Ruba le voglie all’amore
    Alla visione di una donna
    Dal corpo nudo e perfetto
    E cercato dagli sguardi
    Nel tempo folle della vita
    Anni su anni della follia
    Che volano e tacciono
    La sua speranza
    Che possa essere veramente
    Un sigillo di un amore padrone
    Grande
    Grande
    Come la sua
    Anima. 

  • 04 novembre alle ore 11:48
    Sogno D'Amore

     
    Mamma mia!
    Dio mio!
    Luce vera
    Nella notte muta
    Gocce di pioggia
    Donate dal cielo
    Baciate dal sole
    Svaniscono nell’acqua
    Nel rumore del silenzio
    E negli schizzi del mare
    Che frullano gli scogli
    Sul lido della speranza
    L’uomo sordo e solitario
    Brama sogni veritieri, e
    Ruba le voglie all’amore
    Alla visione di una donna
    Dal corpo nudo e perfetto
    E cercato dagli sguardi
    Nel tempo folle della vita
    Anni su anni della follia
    Che volano e tacciono
    La sua speranza
    Che possa essere veramente
    Un sigillo di un amore padrone
    Grande
    Grande
    Come la sua
    Anima. 

  • 04 novembre alle ore 11:48
    Sogno D'Amore

     
    Mamma mia!
    Dio mio!
    Luce vera
    Nella notte muta
    Gocce di pioggia
    Donate dal cielo
    Baciate dal sole
    Svaniscono nell’acqua
    Nel rumore del silenzio
    E negli schizzi del mare
    Che frullano gli scogli
    Sul lido della speranza
    L’uomo sordo e solitario
    Brama sogni veritieri, e
    Ruba le voglie all’amore
    Alla visione di una donna
    Dal corpo nudo e perfetto
    E cercato dagli sguardi
    Nel tempo folle della vita
    Anni su anni della follia
    Che volano e tacciono
    La sua speranza
    Che possa essere veramente
    Un sigillo di un amore padrone
    Grande
    Grande
    Come la sua
    Anima. 

  • 04 novembre alle ore 11:48
    Sogno D'Amore

     
    Mamma mia!
    Dio mio!
    Luce vera
    Nella notte muta
    Gocce di pioggia
    Donate dal cielo
    Baciate dal sole
    Svaniscono nell’acqua
    Nel rumore del silenzio
    E negli schizzi del mare
    Che frullano gli scogli
    Sul lido della speranza
    L’uomo sordo e solitario
    Brama sogni veritieri, e
    Ruba le voglie all’amore
    Alla visione di una donna
    Dal corpo nudo e perfetto
    E cercato dagli sguardi
    Nel tempo folle della vita
    Anni su anni della follia
    Che volano e tacciono
    La sua speranza
    Che possa essere veramente
    Un sigillo di un amore padrone
    Grande
    Grande
    Come la sua
    Anima. 

  • 04 novembre alle ore 11:48
    Sogno D'Amore

     
    Mamma mia!
    Dio mio!
    Luce vera
    Nella notte muta
    Gocce di pioggia
    Donate dal cielo
    Baciate dal sole
    Svaniscono nell’acqua
    Nel rumore del silenzio
    E negli schizzi del mare
    Che frullano gli scogli
    Sul lido della speranza
    L’uomo sordo e solitario
    Brama sogni veritieri, e
    Ruba le voglie all’amore
    Alla visione di una donna
    Dal corpo nudo e perfetto
    E cercato dagli sguardi
    Nel tempo folle della vita
    Anni su anni della follia
    Che volano e tacciono
    La sua speranza
    Che possa essere veramente
    Un sigillo di un amore padrone
    Grande
    Grande
    Come la sua
    Anima. 

  • 04 novembre alle ore 11:48
    Sogno D'Amore

     
    Mamma mia!
    Dio mio!
    Luce vera
    Nella notte muta
    Gocce di pioggia
    Donate dal cielo
    Baciate dal sole
    Svaniscono nell’acqua
    Nel rumore del silenzio
    E negli schizzi del mare
    Che frullano gli scogli
    Sul lido della speranza
    L’uomo sordo e solitario
    Brama sogni veritieri, e
    Ruba le voglie all’amore
    Alla visione di una donna
    Dal corpo nudo e perfetto
    E cercato dagli sguardi
    Nel tempo folle della vita
    Anni su anni della follia
    Che volano e tacciono
    La sua speranza
    Che possa essere veramente
    Un sigillo di un amore padrone
    Grande
    Grande
    Come la sua
    Anima. 

  • 04 novembre alle ore 11:11
    La Tristezza

     
    Che tristezza!
    Il viaggio è finito
    In questa sera d’autunno
    Guarderò la luna
     
    Che tristezza!
    Il canarino in gabbia
    Osserva, invidioso
    La farfalla che non c’è
     
    Che tristezza!
    Vicino al camino
    Un topo corre
    Al rumore del freddo
     
    Che tristezza!
    I sogni vagano
    Ad ogni soffio di vento
    Sotto lo sguardo della luna.