username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 06 aprile alle ore 21:27
    Je suis Nairobi

    Je suis Nairobi

    et le vent souffle fort

    mes embrasse s'accrochent à tes mains

    et nos yeux sont des aquilons

    qui vont faire l'amour avec le ciel

    pendant que la neige tombe

    comme une vol des oiseaux

    qui n'ont plus de direction

    e la vie c'est parti

    comme une lumière sans lumiére

    parce que la fin est venu

    pour le coeur d'un jeune homme

    pour le coeur d'une jeune fille

    tué par la main de la folie

    tué par le feu d'un diable noir

    qui n'a pas le courage de montrer son visage.

    Io sono Nairobi

    nel mio sguardo imprimo il tuo volto

    e un sorriso strappato al petto

    come aria che inghiotte il respiro

    della notte che acceca l'attimo

    mentre l'inverno divora il cielo

    come uccello senza stagioni

    in balia d'un fato avverso

    cui rimane strozzato in gola

    l'urlo dolce della preghiera.

    I'm Nairobi

    and my soul flies in the wind

    as a word without frontiers

    as a word that means love

    peace and respect

    What's my name?

    What's your name?

    Gimme five

    and claps your hands with my hands.

    You are Nairobi

    I'm Nairobi

    We are Nairobi.

    All the people are Nairobi.

     

  • 06 aprile alle ore 21:02
    Gli artigli del buio

    Nel buio che non svela ma nasconde

    nè lampade nè luci
    esaltano le mie emozioni

    L'oscurità copre i miei sensi
     nel tintinnare dei pensieri

    al sapore dolce
    dell'evocazione dei ricordi

    E ne riscopro segreti e meraviglie

    a evolvere verso la paura costante
    di perdere gli equilibri

    con l'anima sballottata
    tra scalpori e immotalità

    ad agire sotto copertura
    nella vertiginosa ascesa delle passioni 

    E allora nell'incertezza mista
    ad orgoglio e rassegnazione

    e con la compilcità dei silenzi

    mi affido alle illusioni

    a viverle come necessità
    per apprezzare i veri valori della vita

    E mi lascio trasportare dalle follie
    per trovare i rimedi alle malinconie

    in un giga di contrasti
    a scarmigliare l'anima

    con voglie ancora pungenti
    a far botte tra loro

    e allietare il mio cuore
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati

  • 06 aprile alle ore 19:00
    Bambini abbandonati

    Gli angeli non volano 
    e non posseggono le ali
    sono indifesi 
    e non mormorano parole
    hanno due occhi dolci 
    che chiedono amore
    un sorriso eterno e un mare 
    di lacrime da versare
    gli angeli ci prendono il cuore 
    anche quando non sono nostri 
    e li vediamo abbandonati 
    come cani al freddo e al sole.

  • 06 aprile alle ore 13:50

    Alcuni dicono di me che sono "Pessima", che sono una persona cattiva e che non so cosa siano i valori. Beh... Ognuno ha il suo concetto di cattiveria o di valori e sinceramente avete ragione perché il mio di concetto è lontano anni luce dal vostro. Se  esser "Buona" significa leccare il culo, stare sedute vicino alla convenienza e avere come migliore amica la verità; allora sono "cattiva"! Se non conoscere i valori significa non tener conto dei pensieri, sentimenti e idee altrui ma solo di ciò che riguarda se stessi allora avete ragione sono privata della conoscenza dei valori. Ma che dirvi se non che in questo caso sono felice e fiera di essere "cattiva" e "Priva di valori"! 

  • 04 aprile alle ore 21:40
    Sono libero dentro le mie mura

    Cammino senza meta
    dentro questa primavera

    che finalmente s'annuncia
    e porta piacevoli scompigli

    a farmi ritrovare nel mio vivere

    conservarmi per ciò che valgo
    e donarmi a chiunque

    nel desiderio che nulla di me
    venga sprecato
     
    Turbamenti a fortificare i sentimenti
    e divenire morbidi abbracci tra dolci pensieri

    germogli d'emotività a svettare
    tra le ramificazioni dell'anima

    alla ricerca del calore dell'amore

    profumi lievi tra luci di sogni
    colmi di suggestioni e misteri

    a esaltare passioni e battiti di gioie

    E riscoprire ciò che già conosco

    nel piacere di concedere ai sogni
    l'incombenza di risolvere le mie crisi
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati

  • 04 aprile alle ore 10:43
    la mancanza

    non cercare di colmare la mancanza
    ma cammina al suo incontro, 
    cercala al quotidiano incrocio tra 
    il così deve essere e il così può essere

    e poi 
    non cercare le parti che mancano  per completare il puzzle, 
    ma contemplali quegli spazi vuoti, abbracciali e gioisci con essi

    non cercare il pezzo perfettamente confezionato che possa inserirsi in quello spazio vuoto, 
    no 

    forse il segreto per raggiungere il frammento di felicità  a noi assegnato sotto questo cielo, sotto questo sole
    è semplicemente continuare a camminare 
    camminare  con la consapevolezza che non basteremo mai a noi stessi  e nemmeno a tutti i nostri compagni di viaggio desiderati

    eppure insistere e camminare verso il ritorno a casa

    casa, rifugio per un momento
    sotto questo cielo, sotto questo sole
    vivere
    mano nella mano con la nostra mancanza
    con quel vuoto immenso dentro di noi che ci commuove ancora 
    adesso
    come migliaia di anni fa

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2015/04/la-mancanza.html

  • 04 aprile alle ore 9:49
    Bambolina

    Come sei buona
    Come sei bella
    Bambolina!
    Nel Tempo
    Nell'Immenso
    Mordi l'Anima
    E nulla più.
    Come sei buona
    Come sei bella
    Mordi l'anima
    E voli via!
    Come sei buona
    Come sei bella
    Bambolina!
    Sei una fiamma
    Sei sempre viva
    Solo per me!
    Come sei buona
    Come sei bella
    Bambolina!
    In questo tempio dorato
    Con la luna alta nel cielo
    Respiri dentro il mio petto
    Ed io solo ad ascoltare!
    Come sei buona
    Bambolina mia!
    Come sei bella
    Bambolina mia.

  • 03 aprile alle ore 23:22
    Pensieri II

    Immagini di foglie
    portate via dal vento,
    che le getta nelle fiamme
    e le fa volare via, lente.
    Foglie che bruciano lente
    e lasciano dietro di se
    una scia densa e scura,
    come torbido incenso.
    Pensieri che si obnubilano
    in un vortice infinito 
    e tenero, alla distruzione
    del sé votati, ad un cambio
    di stagione, inizia un nuovo ciclo.

  • 03 aprile alle ore 23:21
    Stato emotivo VI

    Ho dei buchi nel cervello
    dove vivono vermi che
    divorano i sogni, le speranze, le ambizioni.
    Ho dei buchi che si allargano
    nel cervello e dentro vi precipitano
    i miei ricordi felici, i vostri baci.
    Che senso avrebbe andare avanti?
    Che senso avrebbe tornare indietro?
    Tutto si annulla e sparisce,
    tutto verrà divorato.

  • 03 aprile alle ore 21:34
    invocazione della sera

    diamo tempo al tempo 
    silenzio al silenzio 
    respiro al respiro 
    e preghiere all'immenso

    diamo tempo al tempo 
    silenzio al silenzio 
    respiro al respiro 
    e preghiere all'immenso

    e intanto scende la sera
    ancora
    e così sia

    Marco Bo http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2015/03/invocazione-la-sera.html

  • 03 aprile alle ore 20:11
    Il mio rifugio è nei sogni

    Subisco il mio passo pesante

    andando ansante
    a piangere e lamentarmi
    come un'anima in pena

    tra l'incertezza del futuro
    e la voglia di brillare a nuova vita

    E credere fermamente
    nel mio spirito e nelle mie ambizioni

    con i pensieri irritati
    ad assorbire emozioni e preoccupazioni

    Rubare baci al tempo

    affettuosi e appassionati
    a interpretare l'emotività dell'anima

    nell'orgoglio della dignità delle azioni

    Sussurri sospirati

    magiche primavere incantate

    da trascorrere a cercare
    passaggi segreti dell'anima

    anfratti affascinanti
    ad affiorare alla corte dell'amore

    Emozioni speciali

    stelle nervose
    a far tacere i sentimenti

    a farsi largo tra incomprensioni e tensioni

    liberare i desideri
    e alleggerire i pensieri
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati

  • 03 aprile alle ore 17:14
    Lavorare stancava

    Uscire di casa per girare tutto il giorno
    le piazze e le strade 
    lo fa solo un disoccupato.
    Ci sono d'Estate pomeriggi
    in cui le piazze sembrano discoteche
    la crisi economica canta la radio
    ad alto volume, altissimo.
    Allora fermare una donna
    e parlarle di Cesare Pavese
    è un modo poetico
    per ammazzare l'assenza di futuro.
    Ma io ricordo nella sbronza notturna
    i giorni felici in cui
    i curricula ricevevano risposta 
    non si parlava da soli
    e il mio stivale era davvero
    una Repubblica democratica
    fondata sul lavoro.

    In quegli anni ridenti
    mi mancavano i minuti per amarti
    amore mio, lavorare stancava
    quando c'era lavoro.

    * rilettura originale in chiave parodica de "Lavorare stanca" di Cesare Pavese

  • Lascia che la fatica
    scorra sul cuore
    e scenda fino a lambire
     i solitari segreti
    di un uomo stanco.
     
    Raccolto in un intimo pudore
    il sospiro scava
    filigrane argentate
    nei capelli.
     
    Lascia che la fatica
    conceda al tuo cuore
    di deporre i suoi accorati silenzi
    nelle mie mani.
     
    C.Aurora Da “Fiori di campo” 1993
     

  • 03 aprile alle ore 13:17
    L'ultima luna

    E adesso la tua mancanza blocca il respiro..
    adesso si tocca.
    Bello sempre! Con fotografie che non avranno le rughe del tempo che passerà.
    Bloccherò i ricordi:il mare..la pietra..gli scogli..
    per quelli non ci sarà mai un distacco.
    Li brucerò nell'ultima luna..che Nostra è stata la più bella!
    E non ci sarai più.

  • 03 aprile alle ore 11:26
    Le ossa del tempo

    Spolvero foto
    in giro per le stanze,
    ma non i malumori.
    Per quelli non c'è panno
    ne palliativo che tenga.

    Ci son momenti
    che la mente 
    torna dentro il corpo
    capendo 
    che il ricordo del tuo viso
    e la tua voce
    hanno stretto nodi in gola
    impossibili da sciogliere

    Le ossa del tempo
    reggono il peso
    dei muri dell'oblio
    e il tuo ricordo
    come sale d'amore
    sulla carne viva
    ancora mi fà male.

  • 02 aprile alle ore 20:57
    Cantiche dell'anima

    Respiro sensi di gioia
    nell'aria stamane

    a far da contrasto
    a strani pensieri

    che mi ricordano
    comandamenti d'apatia

    Momenti focali della coscienza
    a germogliare sentimenti

    rinati nel buio della notte
    appena trascorsa

    Emozioni a risvegliarsi

    da sonnolenze dolorose
    che intonano note di silenzi

    nelle cantiche dell'anima

    a echeggiare impulsi
    di profondità tradite

    E combatto guerre
    esistenziali interiori

    con la volontà
    a far da scudo alle paure

    nel desiderio di una
    seppur futile vittoria
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati

  • 02 aprile alle ore 19:30
    Le lancette del tempo

    Nella Vita a tutto c'è rimedio, basta spostare le lancette del Tempo
    Avanti o indietro ... dipende da Te

  • Un attimo di silenzio che si gusta in pace.
    Un caffè con lo sguardo assorto nei pensieri
    si ascolta un sottofondo musicale... quello dl battito del cuore

  • 02 aprile alle ore 16:42
    La risposta possibile

    Cos'è la carne senza il soffio
    che l'uomo chiama anima?

    Cos'è l'uomo senza il pensiero
    che lo rende vera persona?

    Siamo quelli che cercano
    esseri in viaggio della natura:
    tutti vorremmo capire il traguardo.

     

  • 02 aprile alle ore 10:48
    L'Amore in tempo dispari

     
    Profili di multiresistenze sui nostri sogni intravitreali agognati di soppiatto....lune di fluorescenza chinolonica abbracciano avamposti di casolari anarchici....medioevo apocrifo...futuro senza interruzioni di segnale....vivere i momenti....sincronizzare l'Amore in tempo dispari....come in un qualunque martedì sera....con Te.

  • 02 aprile alle ore 4:54

    Per tutto il tempo che ho impiegato a ritrovarmi, per tutto il tempo che mi è servito per rialzarmi e per tutto il tempo che ho perso per cercarmi merito il meglio. Per la costanza che ho avuto nel non mollare, per la costanza che ho messo nel non cedere e per la costanza che ho sentito nel tener fede ai miei pensieri e valori, merito il meglio. Per le lacrime che ho lasciato scorrere di fronte ad occhi immeritevoli, per le lacrime trattenute per orgoglio e per tutte le lacrime che non ho reso, merito il meglio. Per il dolore che ho provato quando il mio cuore ha dovuto fare i conti con la menzogna, per il dolore che ho superato ogni qual volta l'anima mia andava in pezzi di fronte a gesti e parole "Ingiuste" e per tutte le volte che quel dolore da sola, ho dovuto sconfiggerlo e affrontarlo... IO MERITO IL MEGLIO!

  • 02 aprile alle ore 4:54

    Per tutto il tempo che ho impiegato a ritrovarmi, per tutto il tempo che mi è servito per rialzarmi e per tutto il tempo che ho perso per cercarmi merito il meglio. Per la costanza che ho avuto nel non mollare, per la costanza che ho messo nel non cedere e per la costanza che ho sentito nel tener fede ai miei pensieri e valori, merito il meglio. Per le lacrime che ho lasciato scorrere di fronte ad occhi immeritevoli, per le lacrime trattenute per orgoglio e per tutte le lacrime che non ho reso, merito il meglio. Per il dolore che ho provato quando il mio cuore ha dovuto fare i conti con la menzogna, per il dolore che ho superato ogni qual volta l'anima mia andava in pezzi di fronte a gesti e parole "Ingiuste" e per tutte le volte che quel dolore da sola, ho dovuto sconfiggerlo e affrontarlo... IO MERITO IL MEGLIO!

  • 01 aprile alle ore 20:40
    In fondo agli angoli dell'anima

    Spinte interiori a far nascere
    desideri di tuffi verso l'alto

    a sollecitare emozioni
    di comprensione e perdono

    e conferire aure fiabesche
    al talento che sgomenta il cuore

    Guardarmi allo specchio
    e accorgermi delle eleganze perdute

    nella mente arruffata

    nei pensieri scompigliati

    nell'espressione mista
    tra l'ascetico e il miscredente

    degli occhi che sparlano di se stessi

    E spegnermi
    in momenti di falsa ironia

    a suggellare percezioni inconsapevoli
    d'insensibilità al dolore

    nel tentativo di riemergere
    da letarghi autoimposti
    .
    cesaremoceo
    diritti riservati

  • 01 aprile alle ore 20:27
    sogni stesi al Sole ad asciugare

    piccoli balconi di periferia
    con sogni parcheggiati fuori alle intemperie ad aspettare
    anni fa li tenevi dentro casa nel salotto buono
    sul divano come ospiti d'onore i tuoi sogni

    adesso stanno fuori sul balcone a raggrinzire sotto il Sole a diradarsi sotto la pioggia
    ad esaurirsi e morire lentamente
    accompagnando il ciclo della natura e delle stagioni

    stanno lì i sogni,
    abbandonati con la tuta e le scarpe da lavoro in attesa del prossimo turno alla catena di montaggio

    che cosa è successo? e quando è successo?
    ti sei distratto un attimo ed è già autunno

    autunno…
    forse no!
    forse c’è ancora tempo
    forse è tempo di fuggire,
     forse è tempo di raccoglierli i sogni
    di portarli dentro
    forse è tempo di dare loro da mangiare e da bere
    forse è tempo di chiedere scusa ai tuoi sogni
    forse è tempo di spiegare a loro perchè li hai traditi
    forse è tempo di  prenderli per mano i tuoi sogni e di partire
    forse è tempo di tornare
    di tornare a seminare
    forse questo è il tempo
    il tempo di tornare a casa
    a casa
    e così sia

    Marco Bo http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2013/09/sogni-stesi-al-sole-ad-asciugare.html
     

  • 01 aprile alle ore 16:31
    Brunate

    Montagne innevate
    vette incantate
    lunghe camminate
    uniche domeniche
    bellissime gite.