username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • La poesia contiene la parola
  • Nome autore

Poesie

“Uno sguardo vergine sulla realtà: ecco ciò ch'io chiamo poesia”
Edoardo Sanguineti


Le poesie dei nostri autori sono tutte raccolte qui.
Se vuoi inserire le tue poesie in una pagina a te riservata, iscriviti ora e scopri come fare!

elementi per pagina
  • 10 maggio alle ore 9:52
    Sono

    Sono l'equilibrio 
    che non trovo
    La mia caduta
    che sembra un volo 
    Sono la porta 
    che non si chiude 
    mai.

  • 09 maggio alle ore 23:35
    La piacevolezza dell'odio

    Se non lo avessi sottomano
    a chi scarcherei il mio risentimento?

    Nell'arroganza di vantarmi
    d'aver sepolto i miei errori

    odissee tumultuose
    al fine di riconciliarmi con me stesso

    mi rinchiudo nella solitudine
    dei miei ascetismi mentali

    a complimentarmi con
    il diritto e il rovescio del mio sognare

    e immunizzarmi con la mia immunita'

    E vado avanti
    a fustigare le concezioni del mio vivere

    nell'intimita' perversa
    di sentirmi vittima e carceriere

    a accettare la ribellione dell'anima
    e ornare i sentimenti
    con la piacevolezza dell'odio

    E far divenire il mio passato
    solo un misero e nudo foglio bianco
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata+
    Copyright

  • 09 maggio alle ore 20:02

    Sapete che vi dico?! Fanculo! Fanculo a chi non ci ha voluti, a chi ci ha voltato le spalle, a chi se ne è sbattuto se stavamo bene o male perché troppo impegnato a guardare altrove. A guardare dove c'era da prendere, dove conveniva, dove girava meglio... Si fanculo! Fanculo perchè quello che sto vedendo in questi giorni è qualcosa di indescrivibile. Qualcosa che non solo mi riempie e mi sazia il cuore, ma mi fa essere fiera della persona che sono! Una persona che forse non c'è per tutti, ma quando sceglie di esserci per qualcuno c'è sempre! C'è se sta bene, se sta male, quando ha tempo e quando non ne ha ! In questi giorni dove una persona a me molto cara, un amico di quelli che puoi scrivere così: AMICO.... perché merita di essere scritto in grande, non sta bene ... Io vedo una vera e propria catena umana! Vedo mani stringersi in un'unica presa. Una stretta all'altra, pronta a non lasciare la presa. Poco conta se tra quelle persone qualcuno non si parlava, qualcuno aveva litigato, qualcuno non si conosceva, qualcuno si sta simpatico e qualcuno no... Io li vedo tutti li assieme a me in un unico grande coro umano che può trasmettere solo FORZA e AMORE! Ecco ... Questo è ciò che nella vita secondo me ha bisogno di priorità! Viva l'amicizia, quella vera e viva la forza dell'amore, una forza che può abbattere ogni muro, ogni difficoltà e ogni differenza! Torna presto a casa AMICO MIO ... Noi ti aspettiamo! Siamo qui, tutti assieme e ci troverai così... Stretti in un unico cerchio per dirti "BEN TORNATO"!

  • 09 maggio alle ore 18:57
    Il mio cuore

    Non ho più un cuore, perché adesso è tuo.
    Non so se si possa vivere senza cuore, ma non lo voglio più indietro.
    Te l'ho dato nel momento in cui mi hai guardato, quando mi hai preso la mano e neppure ti conoscevo.
    Adesso è solo tuo, puoi farne ciò che vuoi.
    Non puoi tornarmi indietro i sogni.
     

  • 09 maggio alle ore 18:56
    Il pensiero va

    Amare troppo, è soffrire troppo.
    Desiderio accentuato e proporzionato all'intensità dei sentimenti.
    Amare o soffrire, sottile differenza.
    Ma chi ama col cuore, non imparerà mai a non lasciarsi andare.
    E il pensiero và oltre i dubbi e le incertezze.
    Ha le ali e vola via, in quel luogo dove tutto è possibile

  • 09 maggio alle ore 15:20

    Cosa ne sanno alcuni dei legami che uniscono alcune persone. Cosa ne sanno di quell'amore incondizionato che offre appoggio, sostegno e presenza. La meravigliosa sensazione che a qualcuno importa veramente di te, che qualcuno apprezza e soprattutto merita il tuo bene e la tua presenza è una sensazione che non ha prezzo. Un cibo per l'anima, una ricchezza per il cuore e vera e propria energia per la mente. Niente fa sentire più appagati della sensazione che tu ci sei sempre stata per chi ha dimostrato di essere disposto ad esserci per te... Sempre!

  • 09 maggio alle ore 11:20
    Belle speranze

    Cigni incedono
    eleganti e certi
    su tremuli specchi d'acqua
    imbionditi dal benevolo sole
    incoraggiati dal carezzevole vento
    sciolti da rigidi ostacoli
     
    Potesse la buona sorte
    sospingere come il vento
    le belle speranze
    e far toccare loro riva.
     

  • 09 maggio alle ore 7:07
    quali materne parole?

    tra voler scappare via lontano
    e lavare, alleviare le ferite
    tra arrendersi alla paura del buio
    e rincuorare con una luce buona
    buona come il pane

    tra fermarsi esausti e ripartire ancora e sempre
     tra inseguire un miraggio ed esistere teneramente
    esistere

    quali altre materne parole?
    carezze

    carezze su ogni singolo respiro
    carezze su ogni piccola ferita
     carezze su ogni lacrima e su ogni sorriso

    lacrime e poi sorrisi
    attraverso la dura scorza dell'ignoto verso il mare della vita
     dalla gemma, germoglio e fiore
    ancora e sempre
    madre
    madre
    madre

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2016/05/quali-materne-parole.html

  • 09 maggio alle ore 0:06
    Non fa rumore

    Uno sguardo
    Un sorriso
    Un attimo
    E ho sentito il profumo
    dell'amore

  • 08 maggio alle ore 18:38
    Madre e figlio

    Cosa sei, nato, alla mamma?

    Il sole, la luna, le stelle
    la luce cara del cuore.

    Cos'è la madre a te, figlio?

    La sicurezza costante
    che tutto fa per tuo bene.

    Mai si spezza il legame
    tra chi lo genera e il figlio
    che sia spietato assassino
    o santo votato al martirio.

    E' per sempre dal nascere
    certezza assoluta d'amore.

  • 08 maggio alle ore 13:03
    desiderio ingenuo

    Ti bacio lentamente, mia piccola
    gattina dal manto di neve e gli occhi
    di ghiaccio, per paura che ti sciolga
    e che tu possa sparire come sogno all’alba.
    Ti tengo più stretta che posso,
    mia tenera ballerina dagli occhi tristi,
    per cacciare via il mio dolore ed il tuo,
    per unire in un abbraccio i cuori e le ossa.
    02/09/14

  • 08 maggio alle ore 10:40
    Il Lampione

     
     
     
    Oggi
    Soffia alle spalle
    Un vento amico
    Un vento che rapisce
    E spinge lontano
    I rimorsi
    La notte assorbe
    I silenziosi
    Pensieri della mente
    Ed io cammino
    Con me stesso
    Lungo una via
    Deserta e silenziosa
    Illuminata
    Da un solitario
    Lampione
    Ubriaco d’amore
    Lo confondo con la luna
    E il suo ingannevole assenso
    Mi regala sogni e illusioni.
     
     
    Cit. “ Vivere di sogni è un modo per fuggire dalla realtà. “

     
     

  • 07 maggio alle ore 21:29
    L'attimo

    L'attimo
    Si dilata, s'apre
    al sogno
    E passo dopo passo
    l'anima s'immerge sicura
    nei meandri dell'eternita'
    Coi suoi desideri e i suoi capricci
    Coi suoi segreti e con le attese
    Nell'attimo svetta prepotente
    il fascino della vita
     

  • 06 maggio alle ore 23:20

    Là, dove ti porta il cuore, è sempre il posto giusto.
    Nell'angolo più sperduto del mondo, tra le nuvole,
    nel buio della notte,
    nei silenzi,
    nei rimpianti o tra le sue braccia.
    Quello è il posto giusto.
    Un luogo incantato dove tutto è possibile.
    Dove nessuno potrà toglierti mai niente.
    Dove amore e speranza, saranno sempre vivi.
    Là, c'è il tuo cuore.

  • 06 maggio alle ore 23:13
    Anima derubata

    Se solo potessi
    tornare indietro nel tempo

    a enfatizzare le emozioni vissute

    fiori delle mie follie

    e resistere oggi
    all'audace esclusività dei sentimenti

    E invece mi ritrovo

    tra tanti vizi e poche virtù

    a sognare poetici e spettrali
    angeli delle tenebre

    schiavo di questo mio tempo
    sfruttato ferocemente dalla vita

    a portare il turbante 

    a obbedire al mondo

    con la schiena piegata
    e senza fiatare
    .
    cesaremoceo
    proprietà intellettuale riservata
    Copyright

  • 06 maggio alle ore 22:31

    Non ho più voglia di pensare alle cose come dovrebbero essere! Adesso mi va di pensarle come vorrei che fossero. Non me ne frega più niente del giudizio della gente, di frasi lanciate per ferire, debolezze usate per colpire e confessioni rigirate per uccidere la mia immagine. Non me ne frega più niente, perché ho notato che chi mi conosce a sufficienza su queste cose ci sorvola alto, non le ascolta, non le prende in carico e nel mentre scivolano sulla mia pelle noi stiamo già oltre... Molto oltre. Le parole in alcuni casi fanno male esattamente come i silenzi.

  • 06 maggio alle ore 22:17

    Le parole in alcuni casi fanno male esattamente come i silenzi. Le presenze quando sono solo per "Forma" sanno ferire quanto le assenze. I baci andrebbero scambiati solo se sentiti perché quelli di "Giuda" non lasciano che amarezza. Incazziamoci di fronte a determinati atteggiamenti, perché credetemi non serve a niente coprirsi gli occhi. Il cuore non lo proteggi ignorando, ma guardando, affrontando e se necessario andando via. Perché qualcuno che resta, ma non c'è... Che parla, ma mai per apprezzarti non è qualcuno che può far arricchire il tuo cuore.

  • 06 maggio alle ore 21:12
    A Luce Spenta

     
     
    A universo buio
    Vortici luminosi
    Nell'aria umida
     
    Sotto una fetta di cielo
    Avvolto dalla bufera
    Danzano gli alberi
     
    Capelli al vento
    I tuoi capricci assurdi
    Bisbigliano al cuore
     
    Di quell'anima silenziosa
    Attorcigliata al calduccio
    Tra lenzuola aggrinzite
     
    Pur sempre stanca
    Di udire e di capire
    È solamente un sogno
     
     
    Cit. "…nei sogni si vivono tantissime realtà…"
     

     

  • 06 maggio alle ore 17:26
    L'Altro Io

     
     
    In un paesaggio
    Irriconoscibile
    Ho sognato
    Di essere grande.
     
    Era l'altro mio Io
    Che ha scosso
    Le sue fuliggine
    E si è fatto grande
     
    Gigantesco
    Come un uomo
    Che si sposa bene
    Con il luogo
     
    Ma nel cielo
    L'aria calda
    Nutre
    Le correnti
     
    Come sotto terra
    Il magma
    Rovente
    Ribolle
     
    Come il vento
    Diventa ciclone
    Uragano
    Fatale.
     
     
    Cit. “ Ognuno di noi possiede un altro Io nascosto. “
     

     

  • 06 maggio alle ore 17:25
    o non essere

    come si suol declamare, non so dire esattamente dove come quando e perchè
     eppure, ad un certo punto del cammino
     mi sono reso conto di essermi caricato sulle spalle una buona porzione di tutto l’ovvio che andava ramingo e perso sotto questo cielo,

    e che la vita, come una scintilla, fino alla fine del nostro fragile e precario sempre,
     è improvvisa e abbagliante come un fulmine

    e che presi tra due fuochi si può soltanto passare sopra, in alto
     oppure scavare

    e in quel momento
     mi son pentito
     di non essere salto
     di non essere vento
     di non essere fango

    ma non mi sono mai pentito e neppure ho rimpianto
     il fatto
     di non essere fuoco

    Marco Bo
    http://cantidallaperiferiadelmondo.blogspot.it/2016/05/o-non-essere-fuoco.html

  • 06 maggio alle ore 15:05
    l'amore è

    L'amore é. A occhi chiusi é come un tuono, non bussa arriva all' improvviso ti urla nelle orecchie e ti fa sobbalzare il cuore. E tutto questo dopo che ti ha raggiunto un fulmine.

  • 06 maggio alle ore 14:50

    Non rimproverarmi se chiedo un po del tuo tempo, non scocciarti se non sono sempre con il sorriso stampato in volto e non evitarmi quando chiedo un abbraccio accompagnato dal silenzio. Sono solo una persona che segue emozioni, istinto e sensazioni... Arriverà il giorno in cui non chiederò più un po del tuo tempo, sorriderò sempre, tranne quando sono vicino a te e non sentirò più il bisogno di un tuo abbraccio sentito e silenzioso. Ecco forse in quel caso dovrai farti delle domande, perché probabilmente mi hai rimproverata troppo, mi hai fatto sentire troppe mancanze e prima o poi chi le colma arriva. E in quel momento forse il mio comportamento sta semplicemente dicendo che mi hai perso e che probabilmente sono già altrove.

  • 06 maggio alle ore 14:04

    Quelli che entrano nella nostra vita, si fanno spazio, prendono ciò che vogliono, ciò di cui hanno bisogno e poi ti gettano, che ne sanno del prezzo che si paga. Della fatica di ricostruire fiducia nel prossimo. Del tempo che serve per rimettere insieme i pezzi e del rammarico nel vedere che alcune cose di te magari sono andate perse e distrutte per sempre. Già... Che ne sanno loro. Niente sanno e non sanno nemmeno che certe persone una volta che sono riuscite a rialzarsi non avranno più occhi per loro, non sentiranno più la loro mancanza e quando torneranno per prendere, pretendere ancora, dando per scontato che tanto "Tu ci sei", ma non ti troveranno... Capiranno qualcosa? No! Sarai la cattiva e con egoismo andranno a prendere altrove senza crearsi nessun tipo di problema, tanto per loro un posto vale l'altro basta ottenere. Quindi quando senti che "Ti dispiace" trattare queste persone male, oppure voltare loro le spalle ricorda che le loro sono sempre state voltate verso di voi perché il loro vero volto a voi non lo hanno mai mostrato.

  • 06 maggio alle ore 12:55
    Il mio nome

    Non riesco più
    a trovare il mio nome

    l'ultima volta l'ho visto
    che teneva per mano mia madre

    dev'essere stata quell'unica volta
    che lei se n'è andata.

  • 05 maggio alle ore 21:36

    Viaggiano nei cuori della gente, sanno leggerli anche a distanza e dentro spaventosi silenzi. Non hanno paura di guardare dentro le loro cicatrici, di scorgerne la profondità o il dolore che ancora provocano. Aprono la mente di chi hanno di fronte, facendolo sentire a casa e finalmente protetto. Non si spaventano di fronte ai muri che la vita ha alzato, non si scoraggiano se veramente dietro di essi vedano ciò che hanno sempre cercato. Queste sono le "Belle persone". Quelle che non si fermano a ciò che lasci vedere, ma vanno oltre per scoprire cosa nascondi dietro le tue corazze.