username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaela Ruju

in archivio dal 03 mag 2006

28 febbraio 1960, Tissi (SS) - Italia

17 ottobre 2006

L'aria non può trattenere il vento

Sulla parete nuda fili di capelvenere

 

calmano la tosse della roccia

 

che nuda accoglie il vento di settembre

 

 

 

Ombre marroni e linee nere

 

sono tratteggi d’acqua sugli alpeggi

 

e cantano la pazienza del tempo

 

 

 

nell’enigma del creato

 

il denso della menta offusca

 

l’incompatibilità della materia

 

 

 

e non svanisce il geroglifico

 

fantasma oracolare di due mondi

 

che riveste il nimbo intessuto dall’alba

 

 

 

delle rivelazioni appiattite

 

nel crudo sasso ammantato

 

dalla foglia che sfoglia il lastrone

 

 

 

appare profonda questa crepa

 

da cui nasce il filo del verde fantasma

 

che non si può strappare

 

 

 

come una mano alzata

 

segna nero su bianco il lembo

 

di un mistico saluto che non vuol trascendere

 

 

 

lo sconfinato silenzio apparecchiato

 

di un paesaggio oscuro

 

che come sogno svanisce e si allontana.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento