username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele Abbate

in archivio dal 09 ott 2006

12 dicembre 1945, Benevento

segni particolari:
Lancio cani abbaianti

mi descrivo così:
Dal mese di maggio del 2003 sono tornato libero e mi son dedicato alla scrittura. Ho già pubblicato una raccolta di racconti noir dal titolo I FETENTI. Per fine anno è prevista l'uscita del mio primo romanzo dal titolo LA TANA DEL SALMONE.

09 ottobre 2006

Concerto in ella

C’era una volta una navicella
mandata sul mare dalla Regina Isabella
ma non era di certo una caravella
galleggiava a stento come una ciambella

Il suo truce capitano gonfio di Valpolicella
avea anche legato al collo di rhum una botticella
preso dall'ira il suo mozzo repente picchia e randella

perché il tapino per pigrizia avea scotta e salata la paella

Per questo affamato e avido sbocconcella
un panino ripieno di auricchio e mortadella
poi leggiucchia sti versi e dal riso si sbudella
“ma cacchio intendi o poeta con sta gabella? ”

Si ferma d’incanto ed il dizionario scartabella
di certo parole che fan venir la varicella
se ne trova a iosa nella poesia saputella
che cerca fonemi ed a caso li affastella
e non importa se poi il lettore si sfracella
a capire cosa cacchio vor di' la parola mortella.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento