username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Raffaele Vertaglia

in archivio dal 14 dic 2007

07 gennaio 1958, Napoli

segni particolari:
Amo la vita, l'Amore, la musica classica, leggere tanto e scrivere le sensazioni che ne traggo.Non ho spazzole che "sparano" 100 colpi a notte per lenire le voglie di ninfomanie adolescenziali; né uso il pettegolezzo per accattivarmi le masse, ho solamente il cuore e la coscienza.

mi descrivo così:
Sono perché penso. Il mio pensiero é vita e dalla vita traggo sempre per descrivere i pensieri che nascon dalle cose. Dalle più orridi alle più odorose.

10 ottobre 2009

Nustalgia

Povero core mio, povero core

s'ammalincunisce pè nù penziero,

quanno guaglione pazziavo

vulevo fosse overo;

mò che è overo

me pare è pazzià

ma cù è capille janche

luntano 'à casa mia

me sento afflitto e stanco.


24.09.2009

 


Nostalgia

Povero cuore mio, povero cuore

si immalinconisce per un pensiero,

quando ragazzino giocavo

volevo che fosse tutto vero;

adesso che è vero,

mi sembra di giocare

ma coi capelli bianchi,

lontano da casa mia

mi sento afflitto e stanco.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento