username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • Recensione contiene
  • Nome autore

Recensioni

“Pensare prima di parlare è la parola d'ordine del critico. Parlare prima di pensare è quella del creatore”
Edward Morgan Forster


Protagonisti di questa pagina sono i libri dei nostri autori e quelli di nomi celebri; se anche tu hai pubblicato un libro e vuoi farlo recensire, chiedi alla Redazione cosa fare.
Se invece ti piace scrivere recensioni, scopri come entrare a far parte del Comitato dei lettori.

elementi per pagina
  • Squarci dell’anima, squarci di vita, di solitudine, di risalita. È un canto variegato la silloge di Quasimodo. Si tratta proprio di squarci, una locuzione con effetto diretto che rende la ruvidezza e la naturalezza di questi versi. Un calare di emozioni in attesa di rinascere, un parto naturale affidato alla fede; nelle sue mani riposte speranza e salvezza. Massimo Barile – autore della prefazione – scrive che “solo chi ha sofferto può raggiungere le alte vette della comprensione umana”. Possiamo aggiungere che “solo l’assaggiator delle tempeste potrà conoscere l’armonia”.
    La scrittura di Fedel Franco è una scalata dove un appiglio mancato può essere fatale, ma la sicurezza, la tenacia e la forza per arrivare in cima è riposta nella fede. Il continuo duello col dolore, non è mai gioco facile; si cerca terreno fertile, si fanno i conti con una quotidianità a volte estranea a noi stessi, si decide di mollare tutto senza troppi giochi di pensiero. Ma la sensibilità poetica del nostro, gli permette di chiamare per nome queste cose e di fronteggiarle a penna carica d’inchiostro. Pronto a generare altre emozioni, pronto a una sfida consapevole con ciò che si attende, con ciò che si ha e che si è. E poi, sul finire non c’è mai un orizzonte composto, perché o tutto tace o il vociare è alto. Insomma, svuotata la penna, riempito il foglio bianco, la vita riprende il cammino e il poeta volta pagina e riprende a desiderare di poter vivere, di potere scrivere.

    [... continua]
    recensione di Paolo Coiro

  • Un dialogo con il mondo. I versi di questo libro aprono porte verso la realtà circostante, e volti, persone, voci prendono vita e parlano di passioni, sentimenti, emozioni, attraverso la sincera penna di Lerri Baldo. Le sue poesie incantano, lasciando spazio ad echi lontani, ma con l’immediatezza dei poeti moderni e, come versi di canzoni, si propagano nell’aria come profumo. E’ un continuo alternarsi tra passato e presente, tra percezioni classiche riscontrate nella ricercatezza delle parole e l’energia di un pensiero che arriva dritto al cuore, che vuole raccontare, descrivere, assaporare ancora momenti.  Le immagini si alternano ed è come parlare con se stessi,  contemplare la realtà da nuove angolazioni, notare il dettaglio, il particolare, e lasciarsi attraversare da esso perché ne rimanga traccia dentro di noi.
    Notevoli i versi di “Continua a scattare anche dopo il traguardo”.

    [... continua]
    recensione di Annalisa Stamegna