username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Filtri di ricerca
  • Recensione contiene
  • Nome autore

Recensioni

“Pensare prima di parlare è la parola d'ordine del critico. Parlare prima di pensare è quella del creatore”
Edward Morgan Forster


Protagonisti di questa pagina sono i libri dei nostri autori e quelli di nomi celebri; se anche tu hai pubblicato un libro e vuoi farlo recensire, chiedi alla Redazione cosa fare.
Se invece ti piace scrivere recensioni, scopri come entrare a far parte del Comitato dei lettori.

elementi per pagina
  • 302 pagine di storia ed emozioni. Un viaggio in un’Africa amata e voluta. Maurilio Riva è al fianco del lettore, in una scrittura densa di significati e di passione.
    Un nonno che muore, lasciando una lettera all’amato nipote e invitandolo a viaggiare per quei luoghi che il suo bisavolo aveva vissuto durante la guerra in Abissina. Augusto, il protagonista della storia, si imbarca per questa avventura senza esitazioni, con la piena consapevolezza di star ripercorrendo tracce di un’altra vita e di un immenso desiderio – quello del nonno – di viaggiare per quelle terre. Il viaggio è compiuto con la piena consapevolezza di essere un cittadino del mondo, con un amore innato per la scoperta di nuove persone, luoghi e sensazioni. Dolci sentimenti provati per una ragazza, conosciuta a bordo della nave per raggiungere l’Africa; dolci sentimenti per quella terra, l’Africa, che offre tutto quello che può, senza chiedere nulla in cambio.
    Augusto, non è mai solo nel suo viaggio, perché anche in una notte di solitudine e di sole stelle, al suo fianco c’è il nonno Rirì, con la sua guida scritta sulla carta e, soprattutto, nell’animo del giovane viaggiatore.
    Maurilio Riva si rivela ancora una volta, uno scrittore appassionato e accorto nel circoscrivere il romanzo in una cornice storica ben definita. Tra le sue righe c’è molta storia: la storia dell’Africa, di quei popoli, e la storia di una guerra (quella Abissina) con tutte le sue sfaccettature. I molti rimandi a informazioni di carattere storico, ricalcano la consapevolezza dell'autore che considera le nostre origini e il nostro passato, semenzaio fondamentale per l’avvenire della civiltà.

    [... continua]
    recensione di Paolo Coiro