username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Roberto Bani

in archivio dal 28 dic 2005

08 giugno 1960, Torino

segni particolari:
N.N.

mi descrivo così:
Potrei dire solo cose belle di me e alla fine scriverei che sono modesto!

06 marzo 2006

Nuove parole

Un bolero che suona continuo,

uno strumento che agli altri si aggiunge 

sempre più ricco,

sempre in crescendo,

sempre più bello.

Non si scende più da questo desiderio in corsa?

Regalami ancora una volta

la storia che avrei voluto vivere.
Raccontami di quel cavaliere col mio nome,

raccontami la sua battaglia,

raccontami la sua vittoria.

Raccontami le bugie che non sai,

cantami ancora questa canzone,

con le giuste parole
Ora sei tu che hai nuove parole,

ora sei la sirena che incanta,

ora sei quello non cercavo più,

ora sei l'orecchio che ascolta,

 la bocca che parla.
Il sole non si spegne mai.
La sabbia sotto i piedi
occhi rassegnati
aghi di pino
libri strappati
respiri profondi
Fermo,
mano,
piede,
luce.
Ancora oggi.
Ancora domani
Non si spegne il sole

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento