username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 20 mar 2013

Rodolfo Fanizza

Mola di Bari (BA) - Italia

elementi per pagina
  • 20 marzo 2013 alle ore 12:49
    Alda

    Zanzotto sostiene e Alda Merini ribadisce
    che chi non ha visto morire accanto a sé
    un compagno in tempo di guerra
    e chi si giudica un sopravvissuto
    non può essere felice.

    Anch’io, come loro,
    non riesco a dimenticare
    i morti di questo sistema economico e sociale,
    massacrati fisicamente e intellettualmente:
    i malati terminali delle grandi industrie,
    i disoccupati, i cassa integrati,
    i sottopagati e tutti quelli
    che in varie forme vivono la morte
    come un dovere.

    Non riesco a dimenticare i futuri morti,
    l’imminente fine di questo meraviglioso pianeta!

    Non riesco a dimenticare di vivere in una società che ha fatto della morte la propria ragione di vita!

     
  • 20 marzo 2013 alle ore 12:48
    Occhi limpidi di amorevole sofferenza

    (Legato a un letto di una clinica-lager)

    Perché i liberi occhi
    di un corpo supinamente imprigionato
    volano senza meta
    lacrimando dovunque e
    chiedendo un aiuto
    per un grande cuore
    che più non sopporta
    un eccessivo ritmo
    serrato dalla nobilissima coscienza
    di una spietata atrocità?