username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Salvatore Armando Santoro

in archivio dal 29 giu 2012

16 marzo 1938, Reggio Calabria - Italia

segni particolari:

mi descrivo così:
Scrivo poesie dall'età di 14 anni. Sono un operatore culturale ed organizzo il Bando Letterario di Poesia e Narrativa Cità di Montieri, che ha ottenuto il patrocinio da parte di tutte le istituzioni della Regione Toscana, dove in prevalenza vivo, e dalla Presidenza della Repubblica.

11 luglio 2012 alle ore 14:09

Un finale senza amore (sonetto)

Ho visto l'altro giorno le tue foto,
ho letto i tuoi messaggi e mi son chiesto
cosa celava quello sguardo vuoto
quell'amor tuo così falso e molesto.

Il tuo passaggio è stato un terremoto,
eppure non sognavo ed ero desto,
amor donai con spirito devoto
lo ricambiasti tragico e funesto.

Di tanto affetto oggi cosa resta?
Cosa conserverai di me domani?
Solo rancore, che il mio cuore appesta,

un agitar lontano delle mani
per un distacco desolato e mesto
e quegli amplessi lerci e disumani.

(Boccheggiano 11.7.2012 – 12,32)

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento