username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Samantha Manta

in archivio dal 30 dic 2006

31 ottobre 1990, Nardò

segni particolari:
Credo che i "segni particolari" non esistano. Ci sono solo interpretazioni.

mi descrivo così:
Nel momento in cui ci si chiede il significato ed il vero valore della vita, si è malati. (Sigmund Freud)

27 gennaio 2010

Tagliente eternità

Cerco i tuoi occhi,
le tue labbra,
le tue parole.
Le cerco in volti di uomini sconosciuti. Che
muti non sanno parlare
- o forse sono io a non volerli ascoltare -.
Perché l'unica mia lingua
è solo la tua. Effimera. Come tutto ormai.
Ricordi. Emozioni. Parole dette.
Vissute. E sentite. Svanite
nel nulla di questi giorni.
E sepolte nell'immensità di quelli passati.


Erro in un labirinto come nel "campo" il pastore dell'Asia,
cercando invano una via d'uscita.


Tutto il percorso è serrato.
Allora avvilita e sfinita mi abbandono in un cantone,
annegando nel profondo di ciò che è stato.
Per vivere, morendo, della sua inebriante essenza.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento