username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Sandra Cervone

in archivio dal 02 nov 2006

01 novembre 1961, Gaeta

segni particolari:
Poetessa, Giornalista, Scrittrice.

04 dicembre 2006

Dedicato a te

Intro: Una brevissima ma intensa dichiarazione d’amore con un finale quasi inaspettato.

Il racconto

Triste e introverso, il mio principe attraversa queste strade, la notte. Sono le vie dell'indicibile, quelle cui si accede agguantando il proprio io e misurandolo coi sogni in cui si è creduto. I suoi occhi azzurro intenso sfidano il buio dell'inatteso. E si fissano negli angoli abbandonati d'uno specchio rotto, appeso alla parete. Guardano oltre e mi trovano. Sconfinata e ardente. E desiderano di me l'essenza stessa del mio esistere. Mi esplorano, quasi mi annusano e mi contengono, mi strattonano addirittura,  per ridonarmi luce nuova.
Ed è allora che mi lascio scorrere dal tuo sguardo amorevole, mi spoglio dinanzi la tua regale innocenza. E inizio ad amarti. Disperata e tenera. Sussurrandoti con ardore: sono tua.
E rivelandoti il mio nome: Poesia.

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento