username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Sandro Spallino

in archivio dal 19 mag 2008

13 ottobre 1971, Ribera

mi descrivo così:
Poeta immaginifico

19 maggio 2008

Il salice piangente

Hai profonde le radici in me,
come un salice che non ha tregue.
hai linfa e sussurrate preghiere
anche il tuo nome freme
laddove sta scritto,
in rari abbagli di luce
sott’acqua dove arde e traluce.
Così oggi ti penso
come a un bimbo schiuso
a un evento,
mentre carezza e ti ruba il vento
fuggire non posso
ma il tuo irrequieto silenzio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento