username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Sara Scialdoni

in archivio dal 24 mar 2006

02 novembre 1978

segni particolari:
Non sono né un artista né un poeta. Ho trascorso i miei giorni scrivendo e dipingendo ma non sono in sintonia con i miei giorni e le mie notti. Sono una nube, e nella nube è la mia solitudine, la mia fame e la mia sete. K.Gibran

mi descrivo così:
Non sono niente, non sarò mai niente, non posso volere d'essere niente, a parte questo ho in me tutti i sogni del mondo. F. Pessoa

13 settembre 2006

Il mio Amore è come il Mare che si fa Donna

Amore - tu sei Celato -
Pochi - ti scorgono -
Sorridono - e mutano - e blaterano - e muoiono -
Senza te - sarebbe una Stranezza - la Beatitudine -
Soprannominata da Dio -
Eternità.
Emily Dickinson

 

Il mio Amore ha braccia generose

di Madre alla prima urgenza del Figlio.

 

- I suoi Occhi non hanno più mistero

di certe acque che nessuno indagò,

ma in loro è celata l’intera Bellezza

di un Creato manifesta ai Pochi. –

 

Il mio Amore è come il Mare che si fa Donna

alla vista di coloro che Lo sanno Amare.

 

- Il suo corpo è di Isola in preda alle correnti

nel mezzogiorno dei suoi Sogni lieti,

e a notte Guscio di perla a serbare

il Tepore di mani da poco incontrate. -

 

Non ho mai sentito un Angelo cantare

ma la sua Voce delizia l’udito al pari

di cori Celesti e nei Silenzi non v’è

maggior Armonia di quella che Lui emana.

 

Avessi un Nome con cui chiamarLo

nessun’altro porterebbe se non Eternità

- Quella che Dio concede ai Cuori

dotati d’infinita Umanità. -

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento