username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Sara Scialdoni

in archivio dal 24 mar 2006

02 novembre 1978

segni particolari:
Non sono né un artista né un poeta. Ho trascorso i miei giorni scrivendo e dipingendo ma non sono in sintonia con i miei giorni e le mie notti. Sono una nube, e nella nube è la mia solitudine, la mia fame e la mia sete. K.Gibran

mi descrivo così:
Non sono niente, non sarò mai niente, non posso volere d'essere niente, a parte questo ho in me tutti i sogni del mondo. F. Pessoa

09 ottobre 2006

Soffro d’un male che non ha cura

Amo tutto ciò che è stato*
tutto ciò che non è più,
e con le spalle sempre
rivolte al domani m’arresto
in questo nulla che reclama d’andare
presso le stazioni del Destino.

 

Sono come un clochard
ai margini della notte
che sorseggia gli ultimi ricordi
dal fondo d’una bottiglia

 

e soffro d’un male che non ha cura
se non nei sogni
dal nome malinconia.

 

*F. Pessoa

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento