username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Silvana Poccioni

in archivio dal 23 apr 2007

29 agosto 1949, Rocchetta A Volturno (is)

segni particolari:
Maniacale convinzione che la memoria sia il bene più prezioso che l'uomo possiede.

mi descrivo così:
Sono nata nella Centrale ENEL di Rocchetta a Volturno e vivo dal1983 ad Agnone, in Molise. Ho pubblicato nel 2002 il mio primo volume "In fondo al mattino" per le Edizioni Eva, nel 2008 "Quare id faciam", per la collana "La stanza del poeta", a cura di G.Napolitano e il

18 maggio 2012 alle ore 8:37

Il cerchio

Smarrita.
Gli occhi intenti
a cercare un rifugio.
Non più rassicurante la tana
dove malato il compagno
pur sempre vicino
proteggeva i suoi giorni.
Bambina invecchiata anzitempo
il cuore gattona tra ostacoli oscuri.
E ama e teme lo scorcio di vita
che resta
le scelte
i dinieghi
desiderio di pace nel porto sicuro
paura del buio.
Dei due cerchi concentrici
uno soltanto rimane
inscritto nel quadrato.

Commenti
  • Maria Rosa Cugudda Versi intrisi di tristezza, ma profondi e veri! lirica apprezzata molto.

    18 maggio 2012 alle ore 11:23


Accedi o registrati per lasciare un commento