username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Silvana Poccioni

in archivio dal 23 apr 2007

29 agosto 1949, Rocchetta A Volturno (is)

segni particolari:
Maniacale convinzione che la memoria sia il bene più prezioso che l'uomo possiede.

mi descrivo così:
Sono nata nella Centrale ENEL di Rocchetta a Volturno e vivo dal1983 ad Agnone, in Molise. Ho pubblicato nel 2002 il mio primo volume "In fondo al mattino" per le Edizioni Eva, nel 2008 "Quare id faciam", per la collana "La stanza del poeta", a cura di G.Napolitano e il

10 ottobre 2009

Peregrinazione

Ti lascio all'abbraccio sicuro del porto
cui ci conduce il faro
svettante sulla scogliera
con la sua luce amica
a spiare l'ingannevole muschio degli scogli.

Quante volte anch'io
con le ciglia disseccate dalla salsedine
e le labbra screpolate dai libecci
coi palmi feriti dalle sartie indurite
in lunghi viaggi senza meta
ho cercato la terra
e l'ho baciata
prono
mormorando incerte promesse.

Ma come il cercatore d'oro
ingannato da una gialla pagliuzza
sul fondo del torrente
continua a setacciarne
infaticabile la rena
io continuo a cercare
infaticabile
la mia isola sperduta
in mari senza orizzonti.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento