username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Simona Di Marco

in archivio dal 22 set 2009

27 maggio 1963, Roma

mi descrivo così:
Sensibile, con tanta voglia di vivere e divertirmi.... Lunatica, pazza, caotica e complicata.

28 ottobre 2011 alle ore 1:42

E se arriva il temporale??????

Intro: Per ridere un po'..... per sognare..... per far diventare bello quello che ci terrorizza!!!!

Il racconto

Il viaggio continua…. Gian dorme ed io guido, sicura e spavalda come al solito…. Neppure un “bestione” come il camper che sto guidando mi impressiona….
Improvvisamente il cielo comincia a farsi cupo… sempre più scuro…. Il buio avvolge tutto…. In lontananza lampi squarciano il cielo….
Si…. un temporale sta avvicinandosi in maniera inequivocabile!
“Giannnnnnnnn, svegliati….. presto…. .alzati…. devi assolutamentente metterti al volante…. Non puoi di certo pretendere che lo faccia io….. ma lo vedi che sta per succedere???? Forzaaaaaa…. Devo andarmi ad infilare sotto il letto….. di corsa….. prima che inizino i tuoni!!!”
“Te ga finito de’ ciacolar??? Rivo rivo… con calma…. Il letto è molto basso… attenta quando ti infili sotto o finirai per farti male!!!”
Ecco fatto, ormai non si impressiona neppure più….. ricordo i primi tempi…. I primi temporali…. Come rideva….. io che provavo a nascondermi ovunque capitasse e lui…. Rideva…. Invece di calmarmi rideva!!!
Non ha mai capito quanta paura mi facessero i tuoni e sembra continuare a non capirlo….. mi prende in giro!!!
Va bene, ma io la paura non la controllo e sotto il letto, effettivamente non entro…. Uffa ed ora dove mi nascondo??? Sotto il sedile??? Peggio che andar di notte!!!! In bagno no…. Troppo stretto, mi manca l’aria…. Uffa…. Non so come fare….
“Fratè….. accostaaaaaa…. Fermati…… mi devo nascondere!!!”
“Sta buona…. Guarda nello zaino… ci sono i tappi…. Metti quelli!!!”
“Nooooo…. Mi devo nascondere…. Fermatiiiiii!!!”
“Ma dai….anche se mi fermo che succede??? Dove pensi di nasconderti??? Non ci sono case, non c’è niente dove tu possa infilarti, se vuoi ti prendi un sacchetto e te lo metti in testa….!”
“Si, bravo, ti piacerebbe vero??? Così poi stringi e ti liberi di me!!! Povero illuso!!!! Dai, fermati, mi infilo sotto la tua maglia…..”
“Una pazza…. Ho a che fare con una pazza …. Sono quasi 100 giorni che giro per il mondo fianco a fianco con una pazza furiosa!!!” e ride, come un bambino!!!
Come mi piace vedere mio fratello che si diverte…. Mi solleva il cuore…. Mi fa stare bene!!!
Ha accostato… continua a ridere….scende dal camper….. mi viene a prendere dall’altra parte e mi stringe la testa nel suo braccio…. “Ecco fatto strega…. Sei nascosta non vedi e non senti nulla!!!! Tranquilla ora???” mi dice stringendomi con tanto affetto, ma con un po’ troppa forza!!!
“A bbbello, mollame….. i tuoni so finiti…. Mica me vorrai ammazzà davero???”
Ricomincia a ridere….. sempre più forte….
“e bbbasta….. ma guarda te sto broccolo…. Me sta a prenne in giro… mo’ torno sul camper prendo la padella e te faccio passà la voja de’ ride…. Maledu……”
Mi sono interrotta… quello che sta apparendo davanti agli occhi mi ha mozzato il fiato, ma sul serio!!!
“Simo, che hai ora??? Perché ti sei ammutolita??? Devo andare io a prendere la padella???”
“Gi… gia… fra.. non.. rie… gua… ma hai.. io.. “
“Oddio…. Ora cosa succede??? Quale altro maleficio ci ha colpiti…. Quale parte di mondo abbiamo infastidito? Metti giù quel dito e parlami… dai…. Respira… con me… uno … due … tre … respira!!!”
Imperterrita…. Dito in alto…. Agito la testa….
Gian si volta, finalmente, ma mica è colpa mia se ho un fratello capoccione, e rimane, a sua volta, a bocca aperta.
Un arcobaleno…. Meraviglioso…. Arco completo…. Colori nitidi tutti e sette… splendido e splendente.
Mi sono ripresa, viceversa, stavolta è Gian a rimanere a bocca aperta ed a non riuscire ad articolare parola.
“Su su chiudiamo quella boccuccia bella…. Finirai per mangiare tutte le mosche che sono in circolazione…. Dai che abbiamo da fare!!!”
Lo mollo lì, completamente intontito, torno al camper e porto con me un sacchettino con la poca polverina magica che ci è rimasta…
“Forza bbello….. ‘namo…. Si va alla caccia del tesoro!!!! Gli gnomi ci daranno sicuramente una mano!!!”
Si…. ho deciso… voglio trovare il tesoro nascosto… le favole sono il sale della vita…. la fantasia ci libera e ci fa stare bene… la magia ci rende felici.
Noi abbiamo tutto questo…. Di più…. Io ho mio fratello e mio fratello ha me: non possiamo desiderare di più!!!
“Simona…. Sei incredibile…. Quest’idea è degna di te… ma come pensi di riuscire a….”
“E dai…. Non tu…. Da te non mi aspetto questo…. Forza…. Gambe in spalla…. Andiamo…. Un'altra avventura .... ti prego ancora quest’avventura… potrebbe essere l’ultima che affrontiamo insieme!!!”
Ahhh, dimenticavo, se, guardando un arcobaleno, vi accorgerete di due ombre, un articolo IL, stampato sopra, non vi stupite…. Siamo io e mio fratello…. Stiamo ancora cercando il tesoro!!!

Commenti
  • Giovanni Visco molto divertente, veramente simpatico e scorrevole. Brava.

    02 novembre 2011 alle ore 19:54


  • Simona Di Marco ti ringrazio!!!

    02 dicembre 2011 alle ore 20:32


  • Alvaro Filippo Michelon Ciao Symo...bella...mi ha fatto ridere che per uno come me che scrive quasi sempre noir è tutto un dire...ma davvero ti devi nascondere durante un temporale? Allora sei peggio di me...brava per l'esposizione naturale...ma...che ne pensi...se ....intercalassi...un po' meno...con i puntini?... :) Secondo me un punto dopo il periodo dà una martellata al lettore e lo inchioda all'attenzione. Capisci? E' questo che intendo. E' un sistema strausato. Crea pathos. Il tuo Pathos. E' così. Ineluttabilmente.

    09 dicembre 2011 alle ore 19:46


  • Simona Di Marco Quanto è vero quello che dici!!! Non sai quante volte mi trattengo, riempirei tutto di "puntini" forse perchè la mia vita è un susseguirsi di puntini????? proverò a seguire il tuo consiglio, ma voglio spiegarti: con i puntini io "sottolineo" Ahhhh, si.... ho davvero il terrore del temporale e veramente mi nascondo!!! :D

    09 dicembre 2011 alle ore 23:35


  • Giovanni Visco Avevo notato anch'io un uso ... come dire? .... smodato dei puntini. Tuttavia rimane la genuinità del racconto e il divertente humor sottinteso che ne fanno un momento di vero relax. Se mi è concesso, anche i punti esclamativi e quelli interrogativi non è bene ripeterli: creano confusione! Tra l'altro, il racconto è già bello così. Perchè evidenziare qualcosa con la punteggiatura se le parole sono appropriate e ben distribuite?

    16 dicembre 2011 alle ore 22:52


  • Simona Di Marco Ringrazio entrambi per i consigli, sto davvero cercando di moderarmi con l'enfatizzazione attraverso la punteggiatura. Prima o poi ci riuscirò! apprezzo, comunque il suggerimento.

    16 dicembre 2011 alle ore 23:00


Accedi o registrati per lasciare un commento