username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Stefano Colli

in archivio dal 04 gen 2010

11 ottobre 1970, Grosseto

mi descrivo così:
Sono una persona riservata ma aperta a nuove conoscenze. Amo la poesia, detesto la superficialità e il menefreghismo imperante del mondo odierno. Vorrei condividere i miei interessi e i miei valori con persone degne e vive... dentro.

05 gennaio 2013 alle ore 13:24

Mattino d'estate

Mattino d’estate

Incerto mattino d’estate
sull’ampia distesa della vita.
I vaghi contorni delle isole
evocano ricordi lontani.
Non ci sono certezze su questo mare.
Solo vele remote all’orizzonte.
Le ombre sono dolci come le onde
fatte di sogni rapiti
di inganni sopiti.
La voce del mare è un sussurro
le orme sulla battigia teneri rimpianti
affacciati sulla soglia dell’attesa
e svaniti con l’acqua molle del mare.
Ogni mattino è un miracolo di luce
sospeso su una terra senza tempo.
Non esiste parola che decifri
questo tempo dalle finestre opache
che non lasciano filtrare spiragli
o riflessi screziati d’argento.
Non ci sono certezze su questo mare.
Solo qualche scoglio per antichi naufraghi.
Per questo ascolto il sussurro del mare
la sua voce che sa di sale.
Sono solo un naufrago in un mattino d’estate.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento