username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Stefano Colli

in archivio dal 04 gen 2010

11 ottobre 1970, Grosseto

mi descrivo così:
Sono una persona riservata ma aperta a nuove conoscenze. Amo la poesia, detesto la superficialità e il menefreghismo imperante del mondo odierno. Vorrei condividere i miei interessi e i miei valori con persone degne e vive... dentro.

07 gennaio 2010

Silenzio

Forse non sono un poeta
se i versi stentano ad uscire
se le parole sono rantoli nel buio
gocce stillanti da una stanca foce.
Vi bramo come stelle nella notte
guide per incerti timonieri
o chiavi in grado di aprire
quella dimora chiamata passato.
Qui non scatta la serratura
il tempo pare un castello di nebbia
e le sue stanze  chiuse per sempre:
solo il vento può evocarne il ricordo
odori, sapori e quel filo
di una matassa che non so ricomporre.
Le vecchie ombre della casa
sono come le domande di oggi
non indicano sentieri e non danno
risposte, evocano soltanto
la luce della loro epifania.
Ma ecco farsi strada un’uggia
un tarlo indecifrabile, prepotente
che ti rende così diverso da un’ombra
e diviene ancella del possibile
vestale di un nuovo senso
per quelle ombre orfane di vita:
bentornata, poesia, sorella del silenzio.
Il silenzio è il giardino dove sfogliamo
i petali della nostra anima.
Ora sono certo di essere vivo.
Ora sono di nuovo un poeta.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento