username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Stefano Filotto

in archivio dal 25 feb 2008

22 febbraio 1962, Valdagno (vi)

mi descrivo così:
Determinato quanto dolce...

25 giugno 2008

Ho visto lei...

Intro: Una folgorazione. Un uomo non può restare indifferente di fronte a una donna come quella descritta. Un uomo non può restare indifferente ma può restare muto come un pesce... ma non è il caso del nostro protagonista!

Il racconto

Buonasera!
La stavo osservando e le vorrei confessare quanto segue:
Ha un viso dolcissimo, un’espressione estremamente solare e due occhioni meravigliosi.
Il velluto delle sue labbra è ricoperto dallo stesso colore dell’amaranto dell’ovest... sì... di quel tramonto veduto dalla spiaggia della maremma in una calda sera d’estate, e che molto probabilmente non vedrò più.
Le chiedo perdono per l’eventuale disturbo ma questo, in cuor mio, glie lo dovevo.
Ora le vorrei regalare l'intensa fragranza del glicine e della mimosa affinché la sua serata e il suo sonno, possano essere sereni e dolcissimi.
Un ciao e un sorriso...
Stè.

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento