username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Ugo Mastrogiovanni

in archivio dal 26 ago 2006

12 marzo 1936, Orria (SA)

mi descrivo così:
Mi diletto a scrivere poesie da quando ero al liceo. Dopo la laurea, la mia vena poetica è stata bloccata dal lavoro. Ora che sono a riposo... spero nei lunghi periodi di riflessione e nipoti permettendo per recuperare i giorni perduti.

11 settembre 2006

La raccomandazione

Lo so,

l’amico me l’ha detto:

farò di tutto per accontentarla,

sarà tutto perfetto.

Il letto d’azzurro più profondo,

vedrà il sole sorgere e calare,

avrà un tetto immenso di fiammelle

tessuto di comete e tante stelle,

l’abete nel giardino e molte rose

senza fine il giorno a scintillare

col fiume che travasa in mare

e i monti lì vicino ad ombreggiare.

Il mondo tutto stenderò ai suoi piedi.

Tre metri la farò profonda

al fin che l’ossa non verranno fuori

in caso i lupi scaveran la fossa.


Gennaio 2006

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento