username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Vincenza De Ruvo

in archivio dal 06 mar 2006

03 gennaio 1959, Bari

08 febbraio 2010

Lo specchio

Avevo vette da scalare
e sinfonie di note nel cuore
avevo sogni di carne
e valigie brulicanti di idee,
avevo il sole degli anni
e il sorriso intatto
di una vergine.
Com'è difficile
l'inclemenza di uno specchio
quando ha il sapore
di una ruga ruffiana...
incipriarsi il naso
e scrutare quella mano...
lembi malinconici di pensieri
la trapassano smarriti
cogliendone il respiro.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento