username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

William Butler Yeats

in archivio dal 08 gen 2004

1865, Sandymouth, Dublino

1939, Roquebrune S.M., Francia

segni particolari:
Sono il promotore del Rinascimento celtico ma anche il premio Nobel per la letteratura del 1923.

mi descrivo così:
Sono uno dei più amati del Novecento per la mia capacità di creare straordinari mondi di immagini simboliche dai profondi significati mistici, alchemici, teosofici.

04 aprile 2006

Insetto dalle lunghe zampe

Perché la civiltà non sprofondi,
Perduta la grande battaglia,
Acqeta il cane, lega il puledro
A un palo lontano;
li nostro grande Cesare è nella tenda
Dove le carte sono spiegate,
Gli occhi fissi nel vuoto,
Una mano sotto il mento.
Come un insetto dalle lunghe zampe sopra il fiume
La sua mente muove sul silenzio.

Perché le torri sovrane siano bruciate
E gli uomini ricordino il volto,
Muovi quanto più lieve puoi, se proprio devi,
In questo luogo solitario.
Ella crede, donna in parte e tre parti bambina,
Che nessuno guardi; i suoi piedi
Studiano un passo di danza
Imparato per la strada.
Come un insetto dalle lunghe zampe sopra il fiume
La sua mente muove sul silenzio.

Perché le ragazze fatte puberi possano trovare
Il primo Adarno nel loro pensiero,
Chiudete la porta della cappella papale,
Tenete fuori quelle bambine.
Lí sull'impalcatura è sdraiato Michelangelo.
Senza più rumore di quanto ne facciano i topi,
La sua mano muove su e giù.
Come un insetto dalle lunghe zampe sopra il fiume
La sua mente muove sul silenzio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento