username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

William Butler Yeats

in archivio dal 08 gen 2004

1865, Sandymouth, Dublino

1939, Roquebrune S.M., Francia

segni particolari:
Sono il promotore del Rinascimento celtico ma anche il premio Nobel per la letteratura del 1923.

mi descrivo così:
Sono uno dei più amati del Novecento per la mia capacità di creare straordinari mondi di immagini simboliche dai profondi significati mistici, alchemici, teosofici.

04 aprile 2006

Un campo d'erba

Quadro e libro rimangono,
Un campo d'erba verde
Per prendere un po' d'aria,
Ora che le forze del corpo se ne vanno;
Mezzanotte, una vecchia casa
In cui solo un topo si muove.

La mia tentazione è la quiete.
Qui al termine della vita
Né la sbrigliata immaginazione,
Né la macina della mente
Che ne consuma cenci e ossa,
Riescono a render nota la verità.

Mi sia concessa la frenesia di un vecchio,
Devo rifare me stesso
Fino ad essere Timone o Lear
O quel William Blake
Che bussò sul muro
Tanto che la Verità rispose al suo richiamo;

Una mente quale la conobbe Michelangelo
Tale da penetrare le nuvole,
O ispirata dalla frenesia
Da scuotere i morti nei sudari;
Del resto dimenticata dal genere umano:
La mente d'aquila di un vecchio.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento