username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Yury Pastore

in archivio dal 04 dic 2006

06 dicembre 1977, Savona

mi descrivo così:
Un giorno qualcuno si chiederà se siamo realmente esistiti.

02 novembre 2007

2 Marzo 2003

Si svegliava alle due del mattino
per prepararsi il caffè,
fumava una sigaretta,
poi tossiva.
Una pastiglia ancora e tornava a dormire.
I settimanali di dieci anni prima
passati dalla vicina di casa.
A volte anche da soli ci si fa compagnia.
Il balcone pieno di fiori, nei cassetti indirizzi che non ho mai capito.
Il mio pallone rimbombava nel cortile e promettevo davanti all'affresco del leone: "UN GIORNO SARAI FELICE".
Nel letto dell' ospedale del suo paese,
quello dei malati terminali ai quali spesso fece visita, consapevole di morire,
mi chiese se stavo bene.
Al suo capezzale,
dopo due settimane,
trovò la forza e la coscienza per darmi l'ultimo bacio.
Questo è amore.
Il resto è necessità di riproduzione.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento