username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'L'uomo sentimentale' di Javier Marias
La storia che Javier Marías racconta è impalpabile e aleatoria, così come impalpabile è l’amore prima e dopo il suo compimento. Il protagonista è un tenore abituato a viaggiare, che in uno dei non luoghi in cui si ferma instaura una speciale amicizia con una donna sposata. Un’amicizia che scivola nel desiderio e nella voglia di conoscerla. La situazione però è molto singolare: i due non vengono mai lasciati soli dall’accompagnatore della donna, che le fa da cane da guardia per tutto il tempo e che però, alla fine, confessa che «è difficile sapere chi si favorisce con un’azione o con una omissione, ma ci si può anche stancare di non avere preferenze». Il confronto ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    Gocce di sillabe

    Come comincia: le gocce di sillabe che urtano sul mio labbro sono attimi di un orologio a pendola, che con movimento continuo, lento, dolce e ipnotico bruciano immagini, a volte incollate su quadri con cornici asimmetriche, a volte riflesse in specchi in cui puoi guardarti da ambo i lati.. le g ...
    [...continua]
      Poesia

      Gli uomini residui (Los hombres residuos). Per il giorno della memoria 2020.

      Gli uomini residui

      Giacimenti, scavi, greti bruniti,
      gallerie di labirinti,
      in croce, in pietra aperti.
      Fremono gli angeli interrati e sono rossi gli araldi rauchi.
      Le grida sono ghiaccio di carbone e vetri infranti;
      chiamano l’oro, aspettano l’oro.
      Vibrano le acque rosse e le radici della disperazione,
      croci di legno e rene fosche.
      S’aggrinziscono nelle brezze congelate
      e cadono in cristalli di empietà e pallore.
      Angeli pietrificati in pianto
      sono lì nei muschi tenebrosi della terra.
      Cercano un anima per coniare effigi vive,
      vogliono fertilità, il debito del sangue e delle ossa infrante.
      Vogliono essere radice,
      vogliono essere alberi,
      sono ombre che chiamano il sole.
      Vogliono arrivare al cielo
      scavando nell’argento della luna.

      Los hombres residuos

      Yacimientos, excavaciones, zanjas labradas.
      Terraplenes y galerías, abiertas, en cruz. Es piedra.
      Arden con los ángeles enterrados y son rojos los heraldos roncos.
      Los gritos son hielo de carbón y de vidrios despedazados;
      llaman el oro, esperan el oro negro.
      Vibran las aguas rojas y las raíces de la desesperanza,
      cruces de palo y arenas hoscas.
      Se erizan en las brisas congeladas
      y caen, caen cristales de pavor, impiedad y palidez.
      Ángeles petrificados en llanto
      están ahí en el musgo tenebroso de la tierra.
      Buscan un alma, para acuñar efigies vivas
      Quieren fertilidad, la deuda de la sangre y de los huesos quebrados.
      Quieren ser raíz,
      quieren ser árboles,
      son sombras que llaman el sol.
      Quieren llegar al cielo,
      bucean en la plata de la luna.
      [...continua]
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!