username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'Pasticcio Padano' di Gaia Conventi
«[…] Luchino […] è lui il poliziotto di famiglia. Per i vivi e i morti bisogna chiedere a Iago, per la contabilità si ricorre a Beppe e per le varie ed eventuali al Pierfi»   Da questo breve stralcio che ho scelto per introdurre l’opera Pasticcio Padano di Gaia Conventi, l’ultima della trilogia estense, preceduta da Giallo di zucca, nuovo di zecca (Vol 2.) e da Misfatto in crosta (con cane fetente) – Vol 1, già si avverte la coralità dell’opera.   Un’opera che nelle sue 336 pagine si legge in un soffio, e non è cosa semplice nel panorama editoriale odierno, tanto più se a pubblicarla è una realtà editoriale di medio respiro come Le Mezzelane ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    Per cena pesce morto

    Intro: Paura, sofferenza, disagio. La minaccia di un male che, senza preavviso, vorrebbe rivelarsi, impadronirsi del corpo e della mente, resistere alle azioni tese a estirparlo. Due donne si incontrano, protagoniste e vittime di un percorso comune, tra coscienza e smarrimento, rabbia ed empatia.
    Come comincia: -Qui ci danno da mangiare pesce morto, e alle sei di sera, l’ora in cui sarebbe umanamente giusto passeggiare sul lungomare con un gelato misto a salsedine e una gonna svolazzante come la libertà dei gabbiani. L’idea è di una certa scontatezza, ma non lo è se si accosta al ...
    [...continua]
      Poesia

      Lo Specchio

      Quattro pareti severe
      Un raso-io
      La lampada ormai
      Fulminata
      In ogni caso poco e
      Niente
      Lo specchio si rincorre
      Intorno a se stesso
      Nel fondo roteante di un bagno
      Con ogni ombra
      Frastagliata al pavimento
      Una spazzola
      Il sapone ammutolito dei residui
      Le mattonelle fluiscono
      Sugli appoggi
      Lo scroscio delle facce
      Anche nei riquadri moltiplicati
      Del labirinto
      Senza sosta
      Per i polsini roventi
      Di continuo
      Agli anelli tascabili
      Dalle mani

      In allegato:

      nella stanza quasi tutto è coperto di borotalco
      Dalle gocce
      Al filo spogliato dell'acqua
      Julia ha cento anni
      Come i cofanetti riposti da molto tempo sulla mensola
      Il profumo sparso
      La pianta inerpicata alle tendine
      scure.

      Firmato in facsimile
      Lo Specchio
      [...continua]
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!

        Nuovi autori
        Nuove poesie
        Nuovi racconti
        Nuovi libri
        Nuovi commenti