username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'Mexico City Blues' di Jack Kerouac
Due volte ho letto questo libro: la prima per respirare l'odore di Città del Messico, per perdermi nelle sue strade, per trovare rifiugio nella stanza d'albergo del poeta, per perdere il sonno con la droga; la seconda per penetrare e poi affogare nei suoi pensieri, nell'intimità della sua anima, fra pagine e pagine visionarie. "Mexico City Blues" rappresenta il testamento e allo stesso tempo il manifesto del padre della Beat Generation, Jack Kerouac, esso si impone come il grande poema del '900. Suoni, parole; una grande jam sessions dell'anima di Kerouac con il mondo, le parole sono le note e il poeta e il musicista che le addomestica a suo gusto per dare vita ad una melodia ritmica, sincopata. Infanzia, ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    Uomini di plexiglas

    Intro: Una storia profonda, ricca di riferimenti all'attualità e alla condizioni di molti. La disperazione può non appartenerci, basta guardare fuori, e inseguirsi su un prato...
    Come comincia: L’egocentrismo di quart’ordine incollato sovente a taluni personaggi dalla retorica appiccicosa non meno avvilente degli equilibrismi sintattici che l’accompagnano è indicativo di una comunità che non ha il senso di appartenenza né l’orgoglio di appartenere. ...
    [...continua]
      Poesia

      Terra Lucana (Dialogo)

       
       
       
       
       
      In questa terra dissacrata
      E senza fortuna
      Dove le lacrime contano poco,
      Non vedevi l'ora di partire,
      Di lasciare tutto per i tuoi sogni.  Sei andata via
      E mi hai lasciato solo a respirare.
      Ora mi chiedo?
      Se mai un giorno la tua speranza
      Dovesse farsi nera o morire,
      Non giocare da sola,
      Smetti di pregare
      E vieni da me,
      Perché anche la mia speranza
      Da quando sei partita
      È rimasta sola.
      Ricordati!
      Lascia le tue cose,
      Prendi il treno e vieni qui.
      Sarà solamente questione di ore
      Poi cercheremo insieme il paradiso,  
      Canteremo la gioia
      Nella nostra terra……………..
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
       
      Sono fuggita dalla mia terra
      Ricca di vento,
      Che spira da tutte le direzioni.
      Vento! Se tu fossi d'oro,
      Se tu fossi d'argento,
      Non ci sarebbe bisogno
      Di spasimare speranze:
      O domani!
      O musica nuova!
      E la notte non sarebbe tanto scura
      Sulle nostre facce di pece;
      Avremmo bisogno di dormire meno,
      Di non cantare sogni e poesie,
      Di non piangere in altra terra  lontana,
      Ed io non avrei visto la fretta
      E l'ora di partire……...
       
      [...continua]
      autore: Emilio Basta
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!

        Nuovi autori
        Nuove poesie
        Nuovi racconti
        Nuovi libri
        Nuovi commenti