username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'La scoperta dell'alba' di Walter Veltroni
Quando pensi a Walter Veltroni è difficile non immaginare gli anni della politica, soprattutto quella politica romana che lo ha visto protagonista come primo cittadino. Di certo non pensi a un Veltroni cantastorie tra i minuti del tramonto o quelli del mattino, tra il calare della sera o per "la scoperta dell’alba". Si chiama proprio così questo libro, edito da Rizzoli nel 2006, che racconta la vicenda di Giovanni Astengo, un bambino-adulto che, colto da classica nostalgia, decide di andare a vedere come stanno le cose nel casolare di campagna dove aveva vissuto. Giovanni è anche adulto, un professionista dell’archivio nella biblioteca. Il suo ruolo, manco a dirlo, è catalogare le vite degli altri. Tutto ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    Mio nonno

    Intro: Un testo tenerissimo, dolce e commovente. L'autrice rivela l'amore per il nonno e racconta una bellissima storia ai nostri cuori. Ricordate: gli anziani sono speciali, non aspettate troppo tempo per manifestargli il vostro affetto...
    Come comincia: Mio nonno mi portava sempre al cimitero. Passeggiavamo e leggevamo i nomi sulle lapidi. Adesso al cimitero non ci vado più, ma su una lapide c'è scritto anche il suo nome. Cosa è cambiato? Solo una pietra che ci divide. Prima davanti in due, ora lui è passato dietro. ...
    [...continua]
      Poesia

      L'avversario

      Non furono immagini, raggianti e regali
      immagini del reale salutare il mio forte:
      il forte di ogni ora rimescolata, nella
      siesta o controra della brame assolute.
      E trascorsi i secoli in ghingheri
      trasecolammo con scheletri tardivi di Musa
      antiquata lungo le cime dei monti Tiburtini
      invano cercati da mani infantili.
      Non cercammo i cuori lacerati e indecisi
      né il lieto sapore dei muscoli d'Acciaio.

      Sì, immagini, rumori: mai il mio forte,
      il vero forte, o panforte della poesia.
      Truccata idea dai sensi inquieti
      o calpestati singhiozzi nel letto
      ospite e ospitale, orinale mentre tendo
      l'orecchio alla salita delle scale,
      le mani collegiali chiuse e derise
      dentro la palma umida, liquida,
      vivendo al capestro le sensazioni virginali.
      Stanze illuminate, poi. Garbate
      ingiurie del vino, ma il giorno è
      passato ormai, orfano innamorato
      agitandomi in piedi, in ansia: apro
      la finestra nel freddo lunare
      spio la mortalità terrestre e serale:
      tombale silenzio, e noia, noia
      calamità naturale del poco amarsi
      nel riaccendere la luce
      perché svaniscano gli incerti fantasmi
      della notte.
      [...continua]
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!

        Nuovi autori
        Nuove poesie
        Nuovi racconti
        Nuovi libri
        Nuovi commenti