username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'Il gabbiano Jonathan Livingston' di Richard Bach
Il gabbiano Jonathan LIvingston, un testo dell’americano Richard Bach,best-seller negli anni ’70, è un romanzo breve, semplice e complesso al tempo stesso, perché ha un alto valore simbolico e metaforico in uno stile agile e facilmente fruibile. Tradotto in tutte le lingue è  consigliato per qualunque età, ma molto diffuso nelle scuole per il messaggio educativo e di formazione che porta in sé. Il gabbiano Jonathan infatti non è un gabbiano come tutti gli altri, non vola per procurarsi cibo, cosa di cui non si cura, fino a divenire magro scheletrico; lo interessa il volo in sé, un volo che assurge a valore magico di perfezione interiore, un volo non dissimile da quello dell’aquila dei ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    2013

    Come comincia:  La consapevolezza che l'amicizia sia più grande dell'amore non l'abbiamo quando, intorno a noi, ci sono amici veri e onesti, ma ce ne rendiamo conto quando, qualcuno che abbiamo sempre pensato fosse amico, ci ha pugnalato alle spalle. Quando un amico rompe la fiducia, fa pi ...
    [...continua]
      Poesia

      'A MAMMA

      Arapeme sti bracce : io voglio chiagnere
      Ncopp’a stu pietto tuio ca m’ha allattato !
      Dinto a sti mmane ‘a faccia aggia annasconnere
      Ca m’hanno accarezzato !
       
      Ncopp’a sta spalla ca me po’ surrejere
      Tu lasseme appuja’ nu pucurillo,
      comme facive, e me purtavi nzuocolo
      quenn’ero piccirillo!
       
      E piccerella è rumanuta st’anema
      Ca s’è guardata attuorno e nun ha visto
      Ca cchiu tu cride ‘a ggente e chiu t’engannano
      E ca stu munno è triste !
       
      Arapame sti’ bbracce! A lloro tornano
      Tutt”e penziere miei : Mamma mia bella !
      Cu’o raggio ‘e ll’uocchie, mamma mia, tu guardame
      Chiaro comm’’a ‘na stella.
       
      Vasame nfaccia, e nun te piglià collera !
      Mo’ so turnato a te, mo so’ felice !
      ‘a ggente parla ? e falla parlà ‘a schiovere !
      Chello ca dice dice.
       
      Si, si ! stong cu te ! Si,si cuntentate!
      Rideme sempe cu sta’ vocca doce !
      Me sape cunzulà meglio ‘e nu balzamo
      ‘o suone ‘e chesta voce!
       
      L’ammore ‘e mamma, tuttuquanto ‘o diceno,
      è ‘o ver’ammore, è chillo ca nun more!...
      vien’’acca, vien’’acca…..sti ccose passano !
      rieste tu sola dint’a chistu core.
       
       
       
      [...continua]
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!

        Nuovi autori
        Nuove poesie
        Nuovi racconti
        Nuovi libri
        Nuovi commenti