username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Il libro del momento
libro 'Proibito parlare' di Anna Politkovskaja
Chi era veramente Anna Politkovskaja? Partiamo dal suo vero nome: Anna Stepanovna Mazepa (Politkovskij è il cognome dell’ex marito da cui divorzia nel 2000), nasce a New York nel 1958. I suoi genitori sono diplomatici di origine ucraina di stanza all’ONU. L’ambiente familiare e lo status di diplomatici dei suoi le consentono alcuni privilegi, non ultimo l’accesso a materiale e a pubblicazioni proibiti in patria. Si laurea nel 1980 alla facoltà di giornalismo dell’università statale di Mosca con una tesi sulla poetessa Marina Čvetaeva, le cui opere, all’epoca, non circolavano ancora con facilità. Dal 1982 lavora in diverse redazioni: all’«Izvestija» sino al 1992, al ...
[...continua]

    In home page ogni giorno pubblichiamo un racconto e una poesia dei nostri autori migliori. Iscriviti subito e fatti leggere da migliaia di persone!

    Racconto

    Il destino di Teresa

    Intro: Dedico questo racconto tratto da una storia davvero accaduta, alla memoria di tutte le donne vittime di femminicidi, una realtà che purtroppo, dura da sempre e che rende le donne schiave, nonché vittime dei loro sentimenti, poiché in nome dell'amore, affidano la loro vita ai propri aguzzini. Teresa ne fu una...
    Come comincia: Capelli sciolti sulle spalle, lunghi, neri, ondulati, come veli al vento ombreggiavano il suo sguardo di fuoco, Teresa era bella da togliere il fiato. Filippo la vide, mentre guardava estasiata l’immensità del mare, e se ne innamorò. Il loro amore sbocciò come una rosa, era di m ...
    [...continua]
      Poesia

      Alda Merini

      Pensando al senso profondo della poesia,
      alla dolcezza
      alla malinconia,
      al dolore e alla felicità di comporre versi,
      provo ad immaginare una porta che si apre
      una casa che mi accoglie
      sorridendo tra l’odore acre di una sigaretta
      e il frusciare di fogli bianchi da riempire
      con la bellezza di un nome.
      Quella porta, quella casa, quel nome
      Alda Merini.
      Immagino una vita vissuta in pieno
      con tutte le tonalità e le sfumature possibili,
      con la consapevolezza di esserci e darsi
      con una finestra spalancata sul bene
      e il sapore di fogli bianchi da incidere con lo stupore di un nome.
      Quella vita, quella consapevolezza, quel nome 
      Alda Merini.
      Nessun titolo di coda, parole senza confini
      fanno rotta verso un mare di poesia.
      Le vele sono rime
      il vento mi spinge a largo
      per trovare il giusto equilibrio
      tra pace e tempesta.
      Getto l’ancora in queste acque 
      mi faccio cullare dalle onde del tramonto,
      vedo isole che mi accarezzano la pelle.
      La notte avanza e il faro dalla scogliera porta in salvo il mio cuore.
      Quelle onde, quelle isole, quel faro… 
      Alda Merini.

       
      [...continua]
        Benvenuti

        Aphorism è on line dal 2001.
        Propone ai visitatori testi di nomi famosi e di autori non ancora conosciuti al grande pubblico.
        Raccolti nell'ormai celebre Scuderia di talenti letterari, gli scrittori di Aphorism sono sempre più ricercati in Rete.
        Registrati ora e crea la tua pagina!