username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alda Merini

in archivio dal 17 giu 2006

21 marzo 1931, Milano

01 novembre 2009, Milano

segni particolari:
Ho passato molti anni della mia vita internata in manicomi.

mi descrivo così:
La mia poetica, fatta di ardente visionarietà e profonda, ma al tempo stesso sommessa, inquietudine, mi colloca tra le maggiori autrici del Novecento e dei primi anni 2000.

08 agosto 2011 alle ore 17:27

L'Anima

Che grande scultore sei tu
che hai scolpito il tuo volto di pietra
tra le mie braccia
e ormai amore morto
mi sei diventato figlio
ti tengo sulle ginocchia
e piango perché il ricordo di te
mi pesa come un sepolcro.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento