username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alessandro Moschini

in archivio dal 05 mar 2011

02 febbraio 1969, Montecatini Terme - Italia

mi descrivo così:
Ho vinto il concorso nazionale di poesia "Il Federiciano" 2011 organizzato da Aletti Editore con la poesia "I musicisti". Ho appena ristampato con LunaNera la mia prima silloge "Le corde di Eros".

15 giugno 2013 alle ore 6:35

Fermo immagine

Dormi tra le mie braccia
e allenta la presa sul mondo esterno
che non esiste adesso.
Esiste solo la presa delle mie mani
su questa notte
appiccicata
come caramello sulle mie dita
intente a sciogliere dolcemente
i tuoi dubbi
e i tuoi capelli intrecciati.
Come sabbia di mare al tramonto
la tua pelle rilascia calore
che fluisce dentro di me
tra i profumi del buio.
Trappole,
sono pericolose trappole
il tuo respiro scostante,
i tuoi movimenti
sul mio petto,
le tue carezze al mio corpo
nel sonno.
Trappole a catturarmi un sorriso
ingabbiato nei miei baci
sulla tua nuca
mentre in risposta
schiocchi languidi,
dolcissimi e sordi
delle tue labbra
indugiano sul mio petto
come esca di richiamo.
E' troppo tardi
per fuggire da questo pensiero
che mi attraversa la mente.
Hai vinto, sono nella tua rete.

Commenti
  • Gabriella Stigliano Poesia magnetica che quasi toglie il fiato. complimenti

    06 luglio 2013 alle ore 20:59


  • Alessandro Moschini Ciao Gabriella, grazie infinite per tutti i commenti. Sono felice che apprezzi i miei scritti. Riguardo a questa poesia pensa che la persona per cui l'ho scritta nemmeno lo sa...

    07 luglio 2013 alle ore 8:09


  • Gabriella Stigliano Non ho letto tutte le poesie, ma una buona parte e mi hanno davvero colpito e fatto sognare un pò. Questa poesia è adorabile ed è un peccato che la tua musa ispiratrice non sappia di aver generato in te tutto ciò. complimenti ancora per la bravura mescolate al cuore nelle tue poesie.

    07 luglio 2013 alle ore 11:05


Accedi o registrati per lasciare un commento