username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alessandro Moschini

in archivio dal 05 mar 2011

02 febbraio 1969, Montecatini Terme - Italia

mi descrivo così:
Ho vinto il concorso nazionale di poesia "Il Federiciano" 2011 organizzato da Aletti Editore con la poesia "I musicisti". Ho appena ristampato con LunaNera la mia prima silloge "Le corde di Eros".

14 febbraio 2012 alle ore 19:57

Mia libagione oscura

Mia libagione oscura
d'oro, d'acqua e di perle
nel buio ti splendon la pelle
ed i seni invitanti
come marmorei calici
da dove il tuo vino sorseggio
sentendomi ebbro
nel brindarti nuda.
Vita c'è in te
a me trasmessa
dai tuoi occhi d'ancella
e dal ventre
dove vita rinasce
di carne, di sangue
e di vino
a delineare
due tratti somatici
in uno.
Vortice buono
come mosto inebriante
è questo uragano
che i tuoi fianchi scatenano
e che cingo
tra le braccia nel buio
ricambiandoti  il sangue,
la carne ed il vino.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento