username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Alvaro Filippo Michelon

in archivio dal 17 set 2011

06 febbraio 1963, Acqui Terme (AL) - Italia

segni particolari:
Nessuno.

mi descrivo così:
Estemporaneo eclettico.

18 settembre 2011 alle ore 0:22

La notte prima.

La notte prima che decidessi di morire
diventai vago,
indeciso.
I miei pensieri erravano come pietre moreniche
nella scansione di un tempo immemore.
Avevo la risposta per ogni domanda.
Ero infallibile.
Una scintilla pura ed adamantina.
Lessi la Bibbia.
Cercai la visione dell’Eden.
Ebbi terrore di un Dio vendicativo.
Mi consolai nella pazzia dell’Apocalisse.
Poi
come in un vigliacco
la paura scese in me.
Bruciai la lettera che avevo scritto a mia madre:
NON DISPERARTI, MAMMA, PENSERO’
IO A TE. NON SEI RIMASTA SOLA. VOGLIO
SOLO CAPIRE COSA C’E’ IN FONDO. NON
DISPERARTI, MADRE MIA. LA VITA E’ UNA
VASTA E FOLLE LEGGENDA SENZA INIZIO
E SENZA FINE.
La notte prima che decidessi di morire
sognai che ero nudo su una montagna
e stavo congelando
quando udii una voce che diceva:
CREDI! E VIVRAI IN ETERNO!
Mi svegliai come sole
come stella
come un sovrannaturale veicolo di calore.

La notte prima
che decidessi di morire
finalmente
iniziai a vivere.

Hal

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento