username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Lisi

in archivio dal 11 lug 2006

02 dicembre 1986, Gaeta (LT)

segni particolari:
Tanta fame

mi descrivo così:
A pranzo

11 luglio 2006

La vendetta di Prometeo

Provai, tentai

più forte dell'odio,

ad amare,

ad accettare

la dolcezza,

sempre negata,

del mio sorriso.

 

Provai, tentai

più etereo dell'amore,

ad odiare,

ad urlare

la vita,

sempre negata,

contro tutto e tutti.

 

Ora, nelle mie mani,

nelle mie membra,

si rinnova

il maelstrom

di speranza, vendetta,

odio e serenità,

la vita come scoperta continua,

più forte giorno dopo giorno.

 

"Soffrirete per me

questa stessa miseria.

Soffrirete per me

questo stesso dolore"

e presso i vostri resti

rinasceranno

in un perverso bacio,

le mie muse:

purezza e verità.

 

Testo tratto dalla raccolta "Le urla"

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento