username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Andrea Lisi

in archivio dal 11 lug 2006

02 dicembre 1986, Gaeta (LT)

segni particolari:
Tanta fame

mi descrivo così:
A pranzo

11 luglio 2006

Vita nuova

Si accende una luce sul dolore,

ridi al posto mio, o cuore

senza regole, senza paure;

fuori di me non c'è timore

 

non c'è un senso

non cerco un senso

 

Mi guardi mentre cambio colore,

ma non credo tu possa capire.

Ho perso ogni eroico furore;

tutto ciò che sono è un errore.

 

non c'è un senso

non cerco un senso

 

Questa quotidianità non vale un fiore,

ma ho ancora qualcosa da perdere;

c'è qui una vita da tessere,

e ancora molto da odiare, da amare.

 

non c'è un senso

non cerco un senso

 

Viaggio tra tensioni ideali,

muoio dentro,

dove non nascondo i miei mali.

Sonon il centro

intoccabile e puro

felice, forse, in futuro.

 

Testo tratto dalla raccolta "Versi dell'Io volante"

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento