username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Angelo Frungillo

in archivio dal 09 apr 2008

13 dicembre 1960, Napoli

mi descrivo così:
Sereno

20 ottobre 2008

6 aprile del '75, era di domenica.

Quella domenica mattina, negli occhi d'ognuno un lampo,
un sorriso, uno sberleffo, aggrappato ad ogni piccolo segno;
Ed il sole di primavera, e di colpo, verde smeraldo: il campo.

Lo sguardo a cercare il perché fra l'odore dell'erba e l'aria,
che diveniva sempre più poca, la gola stretta, un sogno fuggito,
il tempo a cui andar non si sapeva, ma 17 anni dopo, sia.

Tanta strada, ancor più lunga agli occhi di bambino,
nascosti, per il pianto, nella sciarpa color del cielo,
tante lacrime, quel giorno triste, a tornar da Torino.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento