username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Annamaria Vezio

in archivio dal 22 mag 2012

03 marzo 1955, Firenze - Italia

segni particolari:
"Attento a ciò che desideri perché lo avrai" (detto berbero)...e che sia buono il tuo pensiero perché egli sarà la tua Manifestazione (detto mio).

mi descrivo così:
Operatrice culturale: Critica letteraria. Responsabile editoriale. Organizzatrice eventi culturali. Formazione Studi Umanistici (ampliati nei rami specifici della Psicologia, dell’Arteterapia, del Benessere Psico/fisico e delle arti Figurative). Promuove " l'Arte per Gioia, Arte per Tutti" .

22 novembre 2015 alle ore 20:19

A volte, il tempo sospeso.

Intro: Stralcio da "I sette anni nuovi"

Il racconto

A volte, si ferma il tempo e ti lascia sospeso fra dimensioni a cui non puoi dare connotati. O non lo vuoi. Con tenerezza e compassione guardi te stesso dall'altro angolo dello sguardo, ti vedi seduto, le braccia attorno alle gambe in un gesto in bilico tra la mestizia dell' adulto e il dondolio dell' infanzia. Non sai se sei adulto o se sei bambino, di certo sai solamente che sei sospeso, e non t' importa di non esserlo. Stai bene nel tempo sospeso. Guardi il tutto che attorno si muove ma non riesci ad entrare nel circuito, senti le voci ma non ne afferri le parole, solo le immagini. Guardi i pensieri, tuoi e degli altri, e ti soddisfa guardarli. Stai bene nel tempo sospeso, non vuoi violentarlo. C'è silenzio nel tempo sospeso, un silenzio di tenui colori che accarezza l'anima in un gesto in bilico tra la mestizia dell'adulto e il dondolio dell' infanzia. Sono nel tempo sospeso, mi perdono. Tornerò

Commenti
  • Annamaria Vezio Grazie Redazione di Aphorism, onorata.

    23 novembre 2015 alle ore 21:10


Accedi o registrati per lasciare un commento