username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Antonio De Stefano

in archivio dal 23 ott 2013

11 dicembre 1990, Napoli - Italia

23 ottobre 2013 alle ore 10:06

Senza Titolo

io ti amo perché sei.. (qualcosa di bello che non mi so spiegare)
tu non mi ami, e vabè pazienza!
direte, ma come pazienza..
eh pazienza, non mi scassate le fragole nel tinello
poi.. succede che mentre ti amo.. .. a volte...
comincio ad assomigliarti.. 
ma non che prendo le tue fattezze.. no.. 
diventerei un androgino 
(il che basterebbe a rendermi un essere perfettamente autonomo) 
no, in pratica un giorno mi sveglio, e sono te..
il che di per sé è un guaio!
poi scopro che quando sono te, mi sento te.. 
parlo canto muovo le mani e sono le tue.. 
gesticolo nervosamente, parole che saltellano dalla mia bocca 
e sembrano proprio uscire dalla tua.. con la stessa dolcezza, forza 
e pure antipatia, 
quanto mi odio, quando odioso, mi faccio odiare come io odio te.
...sicuro non sono te, quando chiedo a qualcuna di fare le cose zozze.. 
insomma io non lo so cosa voglio dire con quest'ammasso 
nevrotico serale di parole sparse a cazzo.. 
ma secondo me, mannaggia a te.. ti assomiglio e questo a chi non lo sa, piace..
e si innamorano di me.. no, aspe, è di te che si innamorano (ma non lo sanno)
lo vedi? c'è un tale caos in giro 
che siamo tutte metà incomplete sparse a prendere l'amore sbagliato
in tutto ciò mi domando.. io.. dove cazzo sono finito?

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento