username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Antonio Sammaritano

in archivio dal 07 dic 2005

03 aprile 1960, Mazara Del Vallo (TP) - Italia

mi descrivo così:
Amore per la pittura la letteratura e i libri. Nel 2005 ha stampato, autofinanziandola e in forma inedita, la prima raccolta di poesie curandone anche la grafica: 20 copie per gli amici. 

07 dicembre 2005

Dalla foglia del mio ulivo

Dall’unica foglia del mio ulivo,
Colano lacrime su uno spazio deturpato

È uguale, in fondo, ad un dolore o ad un sorriso,

poiché si è viventi per la stessa arma

che ci è permessa per ambedue le cose.

Ma il verro trapassato da una palla,

Morente sereno per la femmina indifesa

svela ch’è nell’essenza di un micidiale colpo

Troverai il coraggio che mai può far godere

Lo  sventurato  nel suo centellinare.

L’amore non abbiglia grettezza né eccedenza

Non salvaguarda menzogne o verità:

qui è come l’andana che ogni sera scorro,

decorata di fanali che filano a dovere

anche per gli altri che lesinano luce,

stivandola per lo specchiarsi a vuoto

nell’acqua di un intorbidato fontanile.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento