username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Antonio Sammaritano

in archivio dal 07 dic 2005

03 aprile 1960, Mazara Del Vallo (TP) - Italia

mi descrivo così:
Amore per la pittura la letteratura e i libri. Nel 2005 ha stampato, autofinanziandola e in forma inedita, la prima raccolta di poesie curandone anche la grafica: 20 copie per gli amici. 

18 novembre 2006

Onda

Onda che tra mille sei una soltanto
culli come una madre , che spesso nega il seno,
belli e immortali come le tue fragranze
Miti , leggende e mostri, tributi d’anime,
foto d’amori morti
terre mai toccate e di raggiunte 
sognate dolci ed ingoiate amare.
Pigri gabbiani, chimici melanomi come serpenti
facce senza nomi e nomi senza facce
e vuoti di bottiglie che tra le chiglie
storpiano il tuo canto;
ma, di tanto in tanto, vomiti questa lordura 
e  sta sicura che ti vedo diversa
come a diversi occhi è dato poter fare.
Scegli senza esitare a chi offre il seno
e, al giusto momento, un arcobaleno.
E ti dovrai nutrire senza fine
di pasti annaffiati da un buon “tears”. 
Ma scegli solo fiori e non lo sanno
che nel tuo grembo non possono appassire .

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento