username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Antonio Sangervasio

in archivio dal 29 mag 2006

10 settembre 1970, Roma

mi descrivo così:
Amo troppo la poesia per poterla descrivere con parole.

09 ottobre 2006

I quesiti

Quale è il rumore del silenzio,


il profumo


del vuoto,


il mistero e l'allucinazione del giorno?


Quale è il limite dell'immenso,


il confine dello spazio,


il mio ruolo nel progetto,


di una vita già vissuta?


Quale è la zattera


che mi porta al largo,


il sudore che copre le mani,


per la gioia e le emozioni?


E il colore delle gote


per sentirsi ancora vivi?


Forte è ancora la passione nascente,


sapere tutto e niente,


di questo mio brivido, inconscio,


costante.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento