username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Antonio Sangervasio

in archivio dal 29 mag 2006

10 settembre 1970, Roma

mi descrivo così:
Amo troppo la poesia per poterla descrivere con parole.

06 giugno 2006

Tasselli

Assolutamente

avverto il segno dell'alba

e chiaro m'è l'infinito,

penetro la luce e ciò che gli sta attorno.

Ignoro

le labbra di pietra di una statua,

che nulla dicono.

Tra il cielo sbircio,

non so resistere,

si scompone questa alba,come se fosse fluida.

Ritrovo le verità dorate

di un mattino,

degli scogli emersi,

ho atteso il sole

per poter scrutare,

come ognuno coordina il gioco

delle follie.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento