Vladimir Il'ic Ul'jianov
  • Simbirsk, 1870
  • Mosca, 1924

Biografia

Un "attualizzatore" del marxismo, sia in ambito economico (NEP), sia verso lo strato socio culturale cui si rivolgeva durante gli anni della Rivoluzione.

Segni particolari

Sono stato la "guida" della famosa Rivoluzione d'Ottobre.

Scritti da Vladimir Il'ic Ul'jianov

9 su 9

Le rivoluzioni sono le locomotive della storia.

È proprio vero che la libertà è preziosa; così preziosa che dovrebbe essere razionata.

L'autorità avvelena chiunque l'assume su se stesso.

Un passo avanti, due passi indietro... È ciò che accade alla vita dei singoli, ed accade anche nella storia delle nazioni e nello sviluppo dei partiti.

La fiducia è bene, il controllo è meglio.

La democrazia è uno stato che legittima la sottomissione della minoranza alla maggioranza, ed è paragonabile ad un'organizzazione istituita per l'uso sistematico della forza di una classe contro l'altra, di una parte della popolazione contro l'altra.

Ogni cuoco deve imparare a governare lo stato.

Finché ci sarà uno stato non ci sarà libertà. Quando ci sarà libertà non ci sarà uno stato.

Se gli operai tedeschi volessero occupare una stazione, prima, bravi bravi, comprerebbero il biglietto.