username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

in archivio dal 03 ago 2013

Bartolomeo Capuano

30 dicembre 1984, Firenze - Italia
Mi trovi anche su:

elementi per pagina
  • 12 settembre 2013 alle ore 20:33
    Apparenza

    Simili fiamme boccheggiano fra distanti rovi.
    Diversi cieli osserviamo, lo stesso percepiamo.
    Mistici avvallamenti di penombre rosee roventi.
    Dividono passi leggiadri sui miei piedi calpestati.
    Uguali scintille della stessa “corrente” ardono lo stesso fuoco ammaliante.
    Identici arpioni afferrano la melodia di un’arpa
    suonata a due mani, quelle che si uniranno un domani.
    Le nostre diverse ma uguali.

     
  • 10 settembre 2013 alle ore 2:16
    ANIME

    Anime riecheggiano nel suono silente
    di un mormorio assente.
    Incrociano aspiri compiacenti di mestizie persistenti.
    Ombre disorientano luci accecanti di fari abbaglianti.
    Anime scivolano sul rettilineo del vento
    travolgendo ribelle sensazioni
    celate nell'involucro delle emozioni.
    Si cercano negli anfratti dell'essere
    annichilando il malessere.
    Incontrandosi si sfiorano nell'imperitura fioritura.
    Rosa rosso porpora propaga la sua delizia nell'aura
    assuefatta di petali che accarezzano la mia esistenza.

     
  • 04 settembre 2013 alle ore 12:33
    SOLITUDINE

    Giace sullo scoglio uomo afflitto
    un tempo che fu un adesso che appare.
    In collisione con se stesso perde la bussola
    compagno dei mille litorali.
     
    Uomo che definirsi ama
    ma che nessun delimitar vuole.
    Candela sempre accesa nel suo essere immateriale
    nel concretizzarsi anima atavica.
     
    Ricerca la pergamena affondata nei recessi
    per ritrovar quel bagnasciuga di cui si nutriva.
    Tormentato ma non spaventato
    si ristora sotto una pioggerella fine che spera
    risciacquerà quel senso d’inadeguatezza
    che perisce sui dorsi stanchi.

     
  • 03 agosto 2013 alle ore 11:44
    Ti sogno

    Il guardiano dei miei pensieri stanotte
    ha gettato le chiavi nell'inconscio del ricordo
    che indelebile sovrasta la mente.
    Drasticamente girovago nel pensier tuo,
    si avvilisce il cuor trepidante per te.
    Navigo nell'oceano delle emozioni che fanno
    da paracadute all'anima.
    Torrenti di ricordi mi inondano
    sensazioni inebrianti adempiano il tutto, annaspo
    esterrefatto di magia, cavalcante le onde magnetiche dell'essere
    mi ritrovo nella surreale stupefazione
    che si crea al respirar tuo... sogno, sogno...