username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Carlo Di Carlo

in archivio dal 10 gen 2009

18 gennaio 1977, Roma

segni particolari:
Artista

mi descrivo così:
Viaggiatore di sogni e sognatore di viaggi... scrivo per passione 

09 agosto 2010

Viaggiatori

E ancora avanti
guarda lo straniero
tra lingue disciolte
e versi impossibili
sempre avanti
procede il signore
impettito
ma con garbo
verso tutti
verso coloro
che confondono
che sbagliano
che scelgono per lui
le speranze
le opinioni
gli stati d'animo.

Sempre avanti
va lo straniero
una lingua parlata
un idioma perduto
nel tempo
nei sensi
nelle parole
di un linguaggio
che nessuno
comprende più.

Il signore procede
sempre coerente
sempre costante
con un linguaggio
preciso e pertinente
un saluto effimero
ma presente
una frase veloce
di circostanza
alle persone che
lo scontrano
a coloro che
non lo vedono arrivare.

Lo straniero prosegue
nel suo cammino
come sempre indulgente
in un paese
che non lo appartiene
in una città
che lo circonda
in una strada
che lo attraversa nei sogni
che lo accarezza
nelle notti stellate.

Parlami di te
dimmi cosa cerchi
e dove stai andando

il signore chiede
allo straniero

raccontami di te
mostrami cosa cerchi
e da dove stai venendo

lo straniero chiede
al signore

in questa calma
sento il silenzio
in questo momento
scorrono gli anni

visti e rivisti
ascoltati e raccontati
da me a te
da te a me

parlami di te
raccontami di me
di come siamo arrivati
e di come stiamo partendo

sempre
come sempre
il viaggio finisce
e poi riprende.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento