username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Carmen Laruccia

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Carmen Laruccia

  • 13 luglio 2013 alle ore 18:08
    Ufo

    Alcune volte
     non rimane
    che aspettarti
    sperando che
     non ti faccia troppo male.
    Ormai
    non ti parlo nemmeno più
     io ti ho salutata
     se domani ci sei
     ti amerò come prima
    se non ci sarai
     rispetterò la tua scelta.

  • 13 luglio 2013 alle ore 18:02
    Riflessioni

    Ingenuamente,
    si potrebbe pensare
     che
    dopo aver vissuto abbastanza a lungo
    da poter affermare
    di aver imparato a sopportare il dolore
    nulla più
     potrà scalfire
    quella sicurezza
    dovuta alla precedente sopportazione.
    Ma
     giungi inaspettatamente
    a sentire di provarne ancora
     ma
     non ne sei più la fonte.
    Tutto ciò che ami
     diventa una fonte di insicurezza
    ti destabilizza
     induce sofferenza.
     E così
     non ti abituerai mai ad essa
    sarà sempre diversa
     in ragione di chi ami
    e dell'intensità dell'amore.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:57
    Il mio amore sconsiderato

    Conobbe un uomo che sorrideva spesso
    anche i suoi occhi erano due stelle umide di felicità
    e quando la osservava
    vibrava un'energia talmente intensa
    che l'aria sembrava prender corpo
    perdendo quell'impalpabile senso di niente
    che gli è proprio.
    Egli amava sorridere
    tanto quanto
    alla giovane donna
    piaceva ascoltare quel sorriso.
    E avevano coscienza
    di quel senso di appartenenza
    che lega le persone per tutta la vita
    tanto da farsi bastare
    anche solo una parola.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:55
    Parole di poco conto

    Odio le parole insulse
    abusate
    ripetute per abitudine
     banali
     da non meritare risposta
     frasi stanche
     rubacchiate
     figlie di un pensiero non proprio
    ripetute citazioni
    di uomini morti da secoli.
     Come se fossero pesanti
    anche i singoli pensieri.
     Immagini e parole
    che si confondono
    sintesi gratificante
     per menti mediocri.
    Troverò
     chi riesce ancora a stupirmi
    con 10 righe
     di amor proprio ?

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:37
    Sentire

    La felicità
    è un non luogo
    dove conto di arrivare
    più volte nella  vita.
    E'
    la strada
    più difficile
    da percorrere
    eppure è la più battuta
     ed è un sentire
    così profondo
     che a volte non ci faccio caso.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:28
    Pensieri su S.

    E sei imbarazzante
    quando mi parli
    dei tuoi amori passati
    che ti hanno deluso
    delle tue debolezze
     e
     della tua paura di rimanere solo
     ma ho riso con te
    e non di te
     mentre lo dicevi
    perchè mentre parlavi
     mi sei entrato nel cuore.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:26
    Fusioni


    ti adoro in assoluto.
    Sei la mia fame
     e la sua soddisfazione
     sei il viso
    che ho imparato
    a riconoscere tra tanti.
    Tu entri nei miei pensieri
    e mi hai chiesto di pensarti
    noi
    non abbiamo imparato a conoscerci
    perchè già ci conosciamo
    voglio  fondermi in te.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:22
    Della centralità dell'Io

    Non esiste orizzonte
     per i miei pensieri
    io
    sono ovunque
    e
    con chiunque.
    Non c'è limite
    al mio pensare
     questo
    è il mio potere.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:19
    Mancanze

    on c'è la luce
    che nasconda
     in un angolo
     le tenebre.
     Non c'è disamore
     che non faccia
    scaturire
     un'enorme forza creatrice.
    Questo è il tempo
    di essere eccezionali
     perchè l'energia
     è in trasformazione.
    Io ti sto metabolizzando
     dovrai essere
    la mia mancanza
    per donarmi
    ancora più forza.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:15
    L'ambizione

    Cosa importa di tutto questo
    se possiamo avere altro
    l'immortalità dell'anima
    e
    l'integrità della nostra mente
    è l'ambizione delle nostre vite.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:09
    Il canto dell'egoista

    A che serve indugiare?
    il tempo
    non aspetta
    altro tempo
     e le cose passate
    non mi daranno altre utilità
     al massimo
     mi concederanno
     un momento di commozione
     che prontamente allontanerò
     perchè sono così
     drasticamente cinica
     irriducibilmente pratica.
    E
    non ho amato
    e
    non amerò
     mai nessuno
    perchè l'amore ti lega
     e a volte non merita.
     E mi fai sorridere
     quando
     hai la presunzione
     di poter pensare
    che tu abbia significato
    realmente qualcosa.
    Quelli come me
    non abbassano mai la guardia
    e
    se allontanati
     prontamente
     ricominciano a volare.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:06
    La borsa

    Ho comprato una borsa
    per dimenticarmi di te
     e l'ho scelta
     in modo che avesse
    le qualità
    che tu
    non hai avuto mai.
    Ho preferito
     una grande
    preziosa
     rassicurante borsa
    per ricordare
    ciò che non sei stato.

  • 13 luglio 2013 alle ore 17:01
    Pensiero per F.

    Sorridi con le labbra
    ma hai un demone
    dentro
    che ti possiede.
    Tu saluti tutti amabilmente
    con la tua fottuta finta allegria,
    ma lasciatelo dire
    ormai non incanti più nessuno.
     Il fatto che
    si dica in giro
    che nella vita
     si possa anche sbagliare
     non è una giustificazione
    e tu
     hai usato dirlo
     una volta di più.
    Quel rigurgito di umanità
    che ogni tanto
    vedo brillare
    in fondo ai tuoi occhi
    è una fiamma
    che arde
    troppo poco
    fiocamente
     per riscaldare
     il freddo
    deserto
     del tuo cuore.

  • 13 luglio 2013 alle ore 16:43
    Ossessioni

    Ti ho sognato
    con il tuo vestito migliore
     indossavi così elegantemente il tuo nome
    che null'altro ti rendeva più bello ai miei occhi.

  • 13 luglio 2013 alle ore 16:28
    Preghiera per C.

    E mi sono fermata a guardare
    quel dissennato lavoro
    del mio egocentrico pensiero
     mentre sedevo
    composta in quella chiesa.
    Ci ripenso ancora
    a quell'assoluto niente
    che invadeva le mie ossa
    rese liquide
    dalla tristezza
    della tua assenza.
    Quel prete
    intonava un canto
    che non ho mai capito
     niente mi appartiene
    di questo simbolismo
    che non rende più facile
     il distacco.
    Non credo
     ai fantasmi
    che restano sospesi
    all'interno dei fuochi
    delle candele
     o
    tra le spire
    di fumo degli incensi
    ma
    quando ritorno
    su quei banchi
    ed appoggio la fronte
    sul legno dell'inginocchiatoio
    io ti sento vicino a me
     con il tuo sguardo
    duro ed amorevole
    dagli ardenti occhi neri.

  • 13 luglio 2013 alle ore 16:23
    L'irrazionale desiderio di te

    Ho cancellato ogni segno del tuo passaggio.
    Se non ti spiace
    amore
     archivio il tuo nome
    sotto la voce
     <<irrazionalità>>.
     Ed ho comprato
    un gradevole spumante
    ed un nuovo rossetto
     per festeggiare.

  • 10 luglio 2013 alle ore 22:06
    Inquietudine

    Vorrei essere acqua e scivolare altrove.

  • 10 luglio 2013 alle ore 21:57
    Virtuale identità

    Non saprai mai chi sono
    e
    come nella luce
    mescolavo l'oscurità.

  • 10 luglio 2013 alle ore 21:55
    Pathos

    Possiamo farlo.
    Siamo in grado di modificare le nostre esistenze.
    Siamo forza creatrice.
    Siamo intelletto.
    Siamo pathos.
    Siamo vite in continuo movimento.

  • 10 luglio 2013 alle ore 21:53
    Acqua

    Sei acqua.
    E mi trascini.
    Mi coinvolgi.
    Mi superi
    e
    riprendi.
    Mi sollevi.
    Io desisto.
    Tu ti ostini.
    Forse resto....

  • 10 luglio 2013 alle ore 21:51
    Fragmenta, 10 luglio 2013

    Talvolta
    la distanza
    delle nostre parole
    rispetto
    le nostre reali intenzioni
    ha la stessa profondità
    dell'abisso.
    Ma questa distanza
    a volte
    non è sufficiente
    e
    con intento suicida
    ci muoviamo
    nella direzione contraria
    a quella in cui
    vorremmo andare.
    Vorremmo abbracciare qualcuno
    ma restiamo immobili
    con le braccia strette
    nello stesso momento in cui
    le nostre labbra dicono
    ciao,
    ma vorremmo dire
    mi manchi...

  • 23 giugno 2013 alle ore 16:07
    Fragmenta, 29 marzo 2013

    Delle persone, mi piace fotografare soprattutto lo sguardo.
    Un corpo può essere snello, sottile, muscoloso,
    può attirare la tua attenzione
    rimanere impresso sulla carta
    allettando i tuoi occhi
    ma lo sguardo è unico
    racconta un po' di te
    ti rapisce i sensi.
    Gli sguardi delle persone mi restano impressi nella memoria,
    sfuggenti, rivelatori, diretti, profondi.
    Sono equivalenti al timbro della voce.
    E mi mortificano quelli sguardi banali,
    distratti, stereotipati
    come quei timbri di voce simili gli uni agli altri,
    che non sai mai nella folla
    a chi attribuire.

  • 23 giugno 2013 alle ore 16:04
    Fragmenta, 25 maggio 2013

    Ogni cosa ha un suo equilibrio.
    Un giorno sei tu a dare, ma il giorno dopo devi anche ricevere.
    Rimani delusa perchè il risultato ha disatteso le tue aspettative.
    Non è colpa di nessuno, i sentimenti altrui non sono coercibili.
    Allora tu hai il potere di decidere
    con molta serenità,
    se continuare a dare senza ricevere nulla
    o ancora meglio
    puoi decidere di dare a chi merita ancora di più
    di quello che sei capace di fare.

  • 23 giugno 2013 alle ore 15:53
    Fragmenta, 21 giugno 2013

    Amo la mia terra solo per questo.
    Per i cieli azzurri stemperati dal bianco dei muri secolari di case che sembrano immobili.
    Di tempi sospesi.
    Di afa.
    Di risate.
    Di amore che si cristallizza di ricordi che ti tengono compagnia durante la solitudine.

  • 23 giugno 2013 alle ore 13:22
    Fragmenta 31 dicembre 2011

    Ho cancellato ogni segno del tuo passaggio.
    Se non ti spiace, amore
    archivio il tuo nome sotto la voce: <<irrazionalità>>.
    Ed ho comprato un gradevole spumante ed un nuovo rossetto per festeggiare .