username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

10 febbraio 2013 alle ore 17:55

Addio,anzi arrivederci

I tuoi occhi accesi
sembravano dirmi
"non voglio andare"
"ho paura,ma voglio restare"
Stamattina t'ho stretto forte
dal dottore,
ma non sapevo
che quella sarebbe stata
l'ultima volta
che t'avrei tenuto
tra le mie braccia.
Non ho avuto il tempo
per farmi amare,
per apprezzare il tempo
vissuto assieme
prima della fine
del tuo tempo.
Adesso sei volato in cielo
nel Paradiso dei cagnolini
in questa giornata fredda
che tanto freddo
ha lasciato nel mio cuore
e a nulla giova
ripetermi sempre
che in fondo tu
eri solamente un cane;
vorrei stringerti ancora
sentirti mugolare
farti le coccole
e accarezzarti la pancia
e giocare che tanto ti piaceva.
Ma non è più possibile...
Addio,anzi arrivederci.
Ti rivedremo in un altro cucciolo
che prenderà il tuo posto
a riempire il vuoto
che ci hai lasciato;
spero di chiamarlo ancora Chicco,
per non farti morire definitivamente,
per ricordarmi di te.Addio...
.
cesaremoceo
dedicata a Chicco,il nostro cagnolino vissuto soltanto due mesi

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento