username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

06 settembre 2012 alle ore 16:41

Alle soglie della terza età...

Sono alle soglie della terza età
e non sono nemico di nessuno.
Ostentando un volto sereno,
allargo le mie mani
per trasmettere la sensazione
di avere tutto sotto controllo,
per non far trasparire
di aver anch'io,come tutti gli altri,
i giorni contati.
Quando sarai vecchia
e sarò vecchio anch'io,
quando i nostri capelli saranno bianchi,
i nostri abbracci ci scalderanno
Allora i nostri cuori
ringiovaniranno
e ci sentiremo
ancora giovani amanti;
 io ti sorriderò e saremo,
come speri tu e come spesso dici,
un'adorabile coppia di vecchietti.
Ci guarderemo, seduti sul divano
con occhi teneri e brillanti.
Sul quel divano,d'un tempo,
torneremo a chiacchierare;
io ti parlerò ancora
delle mie passioni
per la famiglia e per il lavoro;
le uniche due passioni
che hanno attraversato la mia vita,
combattendo spesso tra di loro,
rubando spazio l'una all'altro.
Dalla cima di questa terza età,
vedrò tutto quello
che non ho visto prima e
vivremo una gioia tenera e vivace
terminando le nostre serate
sempre con un bacio.
Quante volte ho potuto dire un tempo..."Ti amo"?
Allora con affetto ce lo racconteremo.
Ci ricorderemo di mille cose,
anche di cose da nulla
ma che sono state importanti
tra le quali ci perderemo.
Che importanza avranno le tue rughe,
se il tuo profumo sarà sempre lo stesso?
Di questo meraviglioso amore
vissuto come un sogno
voglio conservare tutto, 
per il mio bisogno,
e trattenere, se posso,
anche la più rapida emozione,
per riassaporarla poi
con calma e trepidazione.
.
cesaremoceo

 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento