username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

27 novembre 2012 alle ore 7:50

Aspettando l'acqua benedetta

Prigioniero di me stesso
a distrarre le urla assordanti
del silenzio,
col gorgoglìo del sangue,
la nenia accorata
del cuore pulsante
e ansimanti sospiri dell'anima,
scivolo sul ghiaccio
di azioni incomprensibili,
partorite dall'angoscia
di un'orgasmo
insubordinato e sovraeccitato.
Sguardi curiosi
accorron veloci
a godere l'inferno
che arde tutt'intorno,
con le sue lunghe lingue
di fuoco che tutto inghiotte;
sguardi ghiacciati,
quasi incantati,
ma certamente spaventati
dal rosso bilancio
che la vita ha imposto.
Sguardi pieni di lacrime
a rinfreddire l'inferno
che da questa terra
è montato
ed aspettare un getto
d'acqua benedetta.
.
cesaremoceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento