username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

14 maggio 2012 alle ore 22:51

Chiedo scusa...

Memento audere semper,
et ventis adversis.
Chiedo scusa a Voi
se sono nato,
se, crescendo,
così son diventato,
ma altro non posso essere
se non uno che crede
nel suo essere!
Non giudicatemi,non sapete di me,
delle scelte che ho fatto,
perchè le ho fatte,
dei miei dolori anestetizzati,
dei miei pensieri violentati,
le mie lacrime inaridite.
Accettatemi cosi come sono,
mettetemi in un'angolino
del vostro cuore
così che possa gioire
del vostro amore.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento